Carlos Sainz è stato uno dei piloti di spicco nel mondiale di Formula 1 2021. E’ diventato, infatti, il primo degli altri, arrivando subito dietro ai piloti di Red Bull e Mercedes.

Il terzo posto ad Abu Dhabi, dietro ai contendenti al titolo Max Verstappen e Lewis Hamilton, è stato il miglior finale di stagione che avrebbe potuto desiderare, entrando nella off-season in prima linea e sicuramente con un grande sorriso ogni mattina.

Durante lo scorso anno la coppia della Ferrari ha ottenuto cinque podi ciascuno in totale, ma Sainz ha guadagnato un vantaggio di 5,5 punti nella classifica finale con quattro podi al suo attivo, che potrebbe non sembrare molto, ma il fatto che abbia battuto il compagno di squadra nella sua prima stagione di tentativi è certo di aver conquistato i cuori e le menti di tutti quelli di Maranello.

Sainz: “Devo migliorare in tutto”

Ma l’evoluzione di Sainz non è affatto finita, Lo spagnolo infatti ammette: “Devo migliorare in tutto. Come pilota, non sono mai soddisfatto al cento per cento di nessuna delle mie sfaccettature. Penso che abbiano tutti margini di miglioramento. Ogni anno so che devo migliorare in tutte queste aree se voglio continuare la mia progressione come pilota ed essere un campione del mondo di F1”.

“Quello che so è che come pilota voglio lottare per un campionato del mondo e che sono preparato per quello che verrà la prossima stagione” – continua.

Sainz è arrivato alla Ferrari mentre il Team di Maranello stava attraversando il suo peggior momento sportivo. Nel 2020 sono arrivati sesti nel Campionato Costruttori di F1, quest’anno il terzo posto è un miglioramento potente e impressionante.

Il 27enne può prendersi il merito di averlo realizzato adattandosi rapidamente ad essere sotto i riflettori unici dell’essere un pilota Ferrari, evitando conflitti e dando tutto per la causa con il suo caloroso grido di “Vamos!” che invia tutti i segnali giusti alla sua squadra.

“Il problema è che l’anno scorso Mercedes e Red Bull erano tra gli otto decimi e un secondo al giro più veloci, questa è la macchina. La differenza tra i piloti credo non superi i due o tre decimi.

“Se c’è un pilota in una macchina otto decimi più veloce del tuo, non importa quanto tu sia bravo, non sarai in grado di batterlo. Spero che la F1 del prossimo anno sia più equilibrata, possiamo divertirci tutti di più e competere allo stesso modo”.

Mentre tutte le voci giuste sono arrivate dal quartier generale sulle regole del prossimo anno e sull’auto che hanno sviluppato per la nuova era, Sainz è cauto: “Per quanto riguarda la Ferrari nel 2022, è molto difficile sapere dove saremo il prossimo anno .

“Ma penso che la squadra sia cresciuta molto e durante la stagione siamo diventati una squadra molto più forte in termini di pit-stop, strategia, gomme, modo di agire nei fine settimana… Se la macchina è buona quest’anno, siamo pronti!” ha dichiarato Sainz.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: