Notizie F1

F1 | Red Bull dovrebbe parlare con gli steward dopo quanto successo in Austria

F1 News – La Red Bull dovrebbe parlare con gli steward della FIA in merito alla sua risposta alla controversia di Max Verstappen in Austria, secondo quanto dichiarato.

Lo scorso fine settimana Verstappen ha avuto un contatto con Lando Norris che ha messo fine alla gara del suo rivale e ha fatto arrabbiare la McLaren.

Questo fine settimana, in occasione del Gran Premio di Gran Bretagna, è probabile che i due si incrocino nuovamente in pista.

Mi piacerebbe che Christian Horner, Jonathan Wheatley e Gianpiero Lambiase venissero convocati per una chiacchierata con i commissari quando arriveranno a Silverstone“, ha detto il commentatore David Croft nel podcast di Sky F1.

“Il team Red Bull ha fatto credere che fosse tutta colpa di Lando e che Max fosse semplicemente coinvolto.
Non credo che sia andata così. Si può sostenere che Lando avrebbe dovuto avere la sua macchina lì, ma Max si è sicuramente mosso in quelle zone di frenata e ha causato il problema”


“Mi piacerebbe un comunicato che dicesse al team Red Bull: ‘Sappiamo che state cercando di proteggere il vostro pilota, ma non gli state facendo alcun favore, perché se continuate a dire che questo è permesso, allora lui continuerà a farlo. E se continua a farlo, alla fine gli costerà molto di più che la domenica’.
Quindi o fate una chiacchierata onesta con lui o continuate a coprigli le spalle. Dipende solo da voi”.


Damon Hill dichiara: “Sono d’accordo. Forse in privato, a porte chiuse, dicono: ‘È stato troppo, avremmo potuto vincere quella gara ma ti sei scontrato con l’altro e il rischio è di non finire’.
Forse lo fanno in privato ma, pubblicamente, mettono un cerchio intorno a Max”

“A volte si sente Max alla radio… se qualcuno mi parlasse in questo modo, avrei qualcosa da ridire.
Capisco che sia sotto stress. Non voglio incolpare Max. È un talento incredibile”

“C’è una questione di atteggiamento, di comportamento e di rispetto per gli altri che è importante nello sport.
Non ci sono soldi o punti per questo, ma ci sono altri vantaggi nel comportarsi in questo modo”.

Norris, a Silverstone, ha fatto marcia indietro sulla sua iniziale affermazione che Verstappen gli doveva delle scuse.

Verstappen ha insistito sul fatto che non gli interessano le critiche, ma gli interessa la sua amicizia con Norris.

Lascia un commento

Formula 1 - Notizie F1, News Auto