F1 NewsNotizie F1

F1 News |Tutta la Verità sulla Penalità di Verstappen

F1 News | Johnny Herbert spiega le ragioni della penalità di Verstappen

L’ex pilota di Formula 1 e commissario del Gran Premio d’Austria Johnny Herbert ha spiegato che la penalità di Max Verstappen per lo scontro con Lando Norris era il “massimo” che la FIA potesse assegnare.

Dopo diversi incidenti ravvicinati nelle fasi finali della gara dello scorso weekend al Red Bull Ring, Verstappen e Norris si sono scontrati al 64° giro alla stretta terza curva.

Entrambi i piloti hanno riportato danni e sono rientrati ai box per le riparazioni, anche se la vettura di Norris è stata ritirata. I commissari hanno subito deciso di infliggere all’olandese una penalità di 10 secondi.

Al momento della collisione, Herbert ha rivelato che Norris stava per essere penalizzato per aver superato più volte i limiti della pista, quando all’improvviso si è verificato il grande scontro.

“Mentre guardavamo la scena, ci siamo subito chiesti di chi fosse la colpa. Ed era di Max.
La cosa interessante è che in quel momento stavamo per penalizzare Lando perché era uscito dal limite della pista per quattro volte e gli abbiamo dato una penalità di cinque secondi letteralmente nel momento in cui sono entrati in contatto”

Stavamo gestendo la situazione quando c’è stato il contatto, ho alzato lo sguardo e ho visto lo pneumatico fuori uso”.

Dopo il GP d’Austria, il team principal della McLaren, Andrea Stella, ha affermato che Verstappen avrebbe dovuto ricevere una penalità più severa.

Tuttavia, come spiegato da Herbert, la sanzione massima che la FIA può comminare quando un pilota è stato giudicato responsabile di una collisione è una penalità di 10 secondi.

“È la più dura che si possa applicare in base alle linee guida della FIA, secondo le quali operiamo come commissari sportivi. La McLaren ha detto che avrebbe dovuto essere più severa, ma questo è il gioco di tutti i team“, ha detto.

Se qualcuno si fosse ribaltato o fosse rotolato lungo la pista, non so se questo avrebbe cambiato le cose.
Costringere un pilota a uscire dal circuito o a causare un incidente è quello che è successo. Era la sanzione massima che avremmo potuto prendere”.

Lascia un commento

Formula 1 - Notizie F1, News Auto