Sono 3 piloti diversi a guidarle. I primi due te li aspetti, ti aspetti che Verstappen faccia la prestazione (top nelle libere 1), Singapore prove libere

ti aspetti che Hamilton faccia la prestazione (top nelle libere 2), non ti aspetti che Leclerc faccia la prestazione (top nelle libere 3) e con un tempo di tutto rispetto dopo aver faticato e non poco al venerdi anche per alcuni problemi sulla sua SF-90. Singapore prove libere

Immagine

Tempi che lasciano dubbi su come sarà l’andamento delle qualifiche, con le temperature che giocheranno un ruolo chiave per l’aderenza ed un unica certezza: Singapore prove libere

a costanza dei tempi di Hamilton. L’inglese è stato l’unico insieme a Vettel a girare sempre costante e sempre nei primi 3, sebbene Verstappen sia molto pericoloso, forse non per la pole ma sicuramente per la gara.

L’incognita è proprio Leclerc, che ormai è diventato la mina vagante per chiunque, avendo dimostrato di essere capace di guidare oltre qualsiasi aspettativa. La sorpresa potrebbe essere Vettel che finora si è trovato molto bene con il setup della vettura e che come per Verstappen potrebbe fare una gara inaspettatamente aggressiva per una pista che, alla pari dell’Ungheria, non doveva essere facile da affrontare per la Ferrari.

Ma le novità del nuovo pacchetto tecnico portato da Maranello sembrano funzionare bene, cosi come quelle Red Bull, perciò ci aspettiamo che i 3 top team possano darsi battaglia fin da oggi. Tutti sanno bene che lasciare troppo facilmente la pole ad Hamilton è un rischio da non correre, cosi come farlo scappare al via. A meno che l’inglese non si sia nascosto stamattina, in quel caso difficilmente vedremo una gara combattuta per la vittoria quanto più per le posizioni da podio. Appuntamento alle 15 a Marina Bay per il semaforo verde F1 N

Immagineews Singapore