Le ultime libere di Monaco vedono Max Verstappen precedere di appena 47 millesimi Carlos Sainz, mentre Leclerc è terzo. Solo settimo Hamilton in una sessione chiusa in anticipo per un brutto incidente di Schumacher.

Tanto spettacolo nella terza sessione di prove libere di Monaco, dove Max Verstappen e la Red Bull targata Honda si sono presi la prima posizione. L’olandese ha sfruttato al meglio un treno di gomme Soft per stampare un 1’11”294, tenendosi dietro la Ferrari di un grande Carlos Sainz per soli 47 millesimi. Lo spagnolo è apparso in gran forma, avendo messo a referto il proprio tempo una decina di minuti prima rispetto all’olandese, sfiorando i muri con classe ed aggressività.

Terzo Charles Leclerc, staccato di oltre due decimi dal tandem di testa. L’idolo locale ha dato l’impressione di tenersi qualcosa nel taschino, facendo segnare i propri migliori parziali senza mettere insieme il giro perfetto. La Mercedes non è mai stata in lotta per le prime posizioni, con Valtteri Bottas solo quarto a quasi mezzo secondo dal battistrada, seguito da Sergio Perez e dalla McLaren di un solido Lando Norris. Molto nascosto Lewis Hamilton, settimo in 1’12”020 e troppo lontano dai primi per dare una reale idea del potenziale della sua W12. Benissimo l’Alfa Romeo Racing che è ottava con Kimi Raikkonen ed undicesima con Antonio Giovinazzi, mentre l’AlphaTauri di Pierre Gasly e l’Aston Martin di Sebastian Vettel hanno completato la top ten.

L’ultima parte del turno è stata caratterizzata da due bandiere rosse. La prima l’ha causata la Williams di Nicholas Latifi, finita a muro alle Piscine e che ora avrà bisogno di un grande sforzo dei meccanici per essere sistemata. Brutto spavento anche per Mick Schumacher, schiantatosi con la sua Haas al Casinò dopo aver fatto segnare un eccellente quattordicesimo tempo. Visti i danni, è difficile pensare che il tedesco parteciperà alle prove pomeridiane, un vero peccato visto il potenziale mostrato. Alle 15 la qualifica.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: