Charles Leclerc è deluso dalle sue qualifiche, e non si spiega il passo indietro della Ferrari rispetto alle prove libere, ed invita la squadra a risolvere i problemi con il bagnato.

 

Ai microfoni di Sky Sport F1, Leclerc non ha nascosto la delusione per il quattordicesimo posto ottenuto nelle qualifiche del Gran Premio di Turchia, in cui dopo il secondo tempo delle Fp2 e di questa mattina sembrava poter puntare almeno alla seconda fila.

F1 Leclerc

Non ho spiegazioni normalmente mi piace essere ottimista ma stavolta veramente non capisco cosa sia successo. Stamattina pioveva ed ero molto fiducioso con la macchina. In qualifica non so cosa sia successo, ma era un disastro.”.

Infatti il monegasco dopo le prove libere di ieri era molto positivo ed era convinto anche per la conferma arrivata nelle FP3 che la Ferrari ad Istanbul poteva sorprendere, ed invece non è mai riuscito a trovare il feeling con la macchina finendo anche dietro a Vettel.

Proprio una SF1000 completamente irriconoscibile rispetto alle prove libere, e il distacco accusato dai suoi avversari preoccupano di più Leclerc in vista della gara di domani, dove sarà chiamato ad una grande rimonta. “Non riuscivo a rimanere sulla pista, prendevamo sei secondi mentre stamattina eravamo pari alla Red Bull”.

Leclerc si assume una parte della responsabilità di questa prestazione, ma non capisce il motivo del passo indietro della Ferrari, e dell’eliminazione in Q2. “Non ho niente che lo spieghi io sicuramente non sono stato perfetto, ma sei secondi mi sembrano tantissimi”.

Infine Leclerc invita la Ferrari a migliorare anche sul bagnato, visto che negli ultimi anni non è la prima volta che la Rossa in queste condizioni non riesce ad essere competitiva. “Dobbiamo lavorare e capire perché con la pioggia e con le gomme da bagnato estremo facciamo fatica. Non è la prima volta, è capitato in passato, ma il distacco oggi è veramente grande. Non c’è spiegazione”.

 

 

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: