Pirelli ha pubblicato le strategie attese nel GP del Belgio, ma i pochi giri disputati su pista asciutta rendono difficili le previsioni.

Saranno una vera incognita le strategie che i team adotteranno nel GP del Belgio, il cui inizio è previsto oggi alle 15:00. Resta ancora in dubbio, infatti, se la gara sarĂ  asciutta o meno, anche se le previsioni danno una giornata con cielo coperto e un rischio di pioggia solo in serata. Difficile tuttavia prevedere la situazione legata al meteo, dato che nella foresta delle Ardenne tutto può cambiare molto in fretta. Anche in caso di gara asciutta, però, non mancano i punti interrogativi: sarĂ  una gara ad una sosta, come di consueto a Spa, o a due soste? Secondo le previsioni di Pirelli quest’ultima ha le maggiori probabilitĂ , anche se bisogna sottolineare che nessuno ha provato il passo gara nelle FP1 o nella Sprint a causa della pioggia, e quindi gli unici giri disputati su gomma slick si sono tenuti in Qualifica.

Foto: Pirelli media center

Viste anche le temperature basse qui a Spa, pare da scartare l’utilizzo della gomma dura, mentre le soft, che in Qualifica hanno garantito piĂą giri lanciati consecutivamente, sembrano poter diventare un fattore. La doppia sosta soft-media-media o soft-media-soft, quest’ultima con un secondo stint un po’ piĂą lungo rispetto alla precedente, è la scelta giusta secondo i pochi dati di Pirelli, mentre la strategia a un solo pit stop piĂą indicata è media-hard. Da sottolineare che le performance tra la C3 media e la C4 soft non sono troppo distanti tra loro in termini di prestazioni. Tutte queste opzioni sono valide per i piloti, che hanno a disposizione numerosi set di gomme di tutti e tre i tipi visti i pochissimi giri effettuati su pista asciutta.

Foto: Pirelli media center

Foto copertina: Alessandro Martellotta, inviato a Spa per Newsf1.it

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: