F1 Monza – Organizzazione ai limiti dell’inaccettabile quella del Gran Premio d’Italia: file chilometriche per controlli continui sui biglietti e tanto altro.

Una vera e propria vergogna quella che sta avvenendo all’Autodromo di Monza di F1 . Vista la situazione Covid, noi e molte altre testate inerenti al motorsport non siamo stati ammessi nel paddock, ma siamo venuti a Monza per raccontarvi il week-end e la sua organizzazione dal punto di vista del tifoso. Il risultato è avvilente: la capienza al 50% per il pubblico risulta essere una presa in giro, visto che si stanno formando file chilometriche ed assembramenti per entrare ed uscire dalle tribune. Agli spettatori viene continuamente intimato di svuotare lo zaino e mostrare il biglietto, in barba a tutte le regole di distanziamento. Viene richiesto addirittura di gettare totalmente borracce e power bank ( il caricabatterie portatile), per non parlare delle condizioni dei servizi igienici che sono discariche a cielo aperto. La gestione è assolutamente insufficiente per un evento di questa portata, ed infatti è evidente la tristezza negli occhi dei tifosi.

“Quanto sta accadendo è assurdo, ci stanno controllando green pass e biglietto di continuo, pur avendo al polso un braccialetto che testimonia che siamo già regolarmente entrati”. Questo il commento di un tifoso venuto dal Sud Italia, piuttosto deluso da quanto sta avvenendo visti i prezzi altissimi dei biglietti. In conclusione, la situazione appare sfuggita di mano, e nel futuro andranno presi dei provvedimenti seri.

A proposito dell'autore

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: