Un Ecclestone così pletorico e pimpante non lo avevamo visto da tempo. Certo, il circus della F1 è cosa sua, almeno in parte…e non poteva essere diversamente in un contesto così speciale, in un ambiente così speciale, al ritorno tra i banchi dopo le vacanze estive. Suona la campanella e Mr. B riceve nella hospitality Fom Maurizio Arrivabene, lo vedi poi passeggiare e chiacchierare fitto fitto con Chris Horner, giovane rampollo che molti hanno indicato e indicano come possibile successore al trono di “re” Ecclestone.  Lungi, però, dal voler abdicare….visto il valore del regno…A spasso con Bernie, ci verrebbe da dire, vuoi per il contesto motoristico vuoi per l’etá del nostro. Vuoi anche per l’atteggiamento diverso dal solito. Arrivo discreto al circuito, in anticipo rispetto ai suoi tempi. E poi lo vedi piú fuori che dentro dalle sue stanze reali.  Gli ospiti li cerca lui, li va a trovare, li incrocia in ogni dove: lo abbiamo visto e ripreso a colloquio-bis col “rosso” Maurizio sulle scale che nell’ondulato paddock belga portano dalle hospitality ai motorhome, aggirarsi tra  fotografi e cineoperatori in zona Redbull. E li lo abbiamo “beccato” entrare nella Energy Station, dove ha raggiunto Lauda e Dr. Marko per un meeting crediamo “energetico” sul futuro della F1. E poi non si è fatto mancare un giretto in sala stampa, generando attenzione da parte di noi tutti, accompagnato da un non precisato signore russo che ha rassicurato tutti sul futuro del GP made in Sochi. Poi qualche chiacchiera con alcuni colleghi, strette di mano e sorrisi, finchè siamo riusciti a fermarlo e a chiedergli qualcosa; mi ha squadrato interrogandosi:”questi italiani non me li scrollo di dosso…” e per qualche istante eravamo tete a tete, io e il capo, io e Bernie, che vi assicuro dimostra tutti gli anni che ha ma al quale sará ben difficile togliere lo scettro dalle mani, il volante del circus dal suo controllo. Mi risponde, come sempre senza sprecarsi. Ma risponde. Poi gira i tacchi e torna nei suoi appartamenti. Per tornare ad occuparsi delle “cose sue”…



Alessandro Sala

A proposito dell'autore

Giornalista,imprenditore nell'ambito giornalistico-editoriale,responsabile uffici stampa;redattore in passato per testate della carta stampata,emittenti radiofoniche e televisive. Manager di locali di ristorazione in Andalucia,provincia di Cadice,da 10 anni produttore di gelati artigianali.

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: