A Jeddah le prime sensazioni sul penultimo appuntamento del mondiale. Hamilton chiude primo con Max secondo. Sainz 6° e Leclerc 7°.

Si sono accesi ufficialmente i riflettori del circuito di Jeddah in Arabia Saudita per le prime prove libere e le prime sensazioni su una pista ancora una volta sconosciuta in un momento chiave del mondiale. Si tratta di una pista super veloce, per cui le gomme saranno molto sollecitate. Ma attenzione anche ai muretti.

Sulla carta rappresenta un primo match point per Max Verstappen ma il destino non è completamente nelle sue mani. Occhio dunque ad Hamilton. Pista favorevole per la Ferrari? A Monaco, pista simile a Jeddah, Sainz ottenne un podio.

Lewis Hamilton si prende le FP1 IN 1:29.786

Lewis Hamilton risponde a gran voce a chi lo da già per finito al penultimo appuntamento di questo emozionante mondiale. Ma certamente siamo ancora all’inizio di quello ce si preannuncia un lungo weekend. Tutti i team sono scesi in pista con un patch sulle monoposto in ricordo di Sir Frank Williams, scomparso nei giorni scorsi.

La Pista si è presentata meno sporca delle aspettative e leggermente gommata dopo il passaggio delle Formula 2.

E’ l’inglese a dettare il miglior tempo in questa prima sessione, chiudendo in 1:29.786. Subito dietro di lui c’è, ovviamente, Max Verstappen che rimane attaccato come a voler dire: “Io sono qui”. Chiude il tris Bottas con l’altra Mercedes.

Pierre Gasly e la continuità di un mondiale al top. E’ sua la quarta posizione.

Vai Antonio. Giovinazzi quinto con la sua Alfa.

Le due Ferrari chiudono in sesta e settima posizione rispettivamente con Sainz e Leclerc. Dovrebbe essere una pista tranquilla per il Cavallino, visti i precedenti che la Rossa ha con i circuiti cittadini.

In top 10 questa volta per la Mclaren c’è Daniel Ricciardo. Sollo tredicesimo Lando Norris.

QUESTO L’ORDINE DELLE PRIME LIBERE IN ARABIA SAUDITA:

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: