Il GP di Turchia rimane in forte dubbio e il Mugello nel frattempo si tiene pronto per un’altra tappa piena di emozioni.

La gara di Instabul rimane in forte dubbio per il 2021 a causa del Covid19 e allora la tappa Italiana che l’anno scorso si è contraddistinta per emozioni e colpi di scena, rimane lì ad attendere dietro l’angolo. Però non è ancora tutto perduto.

La prossima revisione non è prevista fino al 16 settembre.

Nel frattempo, il Mugello viene considerato come un possibile sostituto, nonostante la F1 avesse precedentemente affermato che non ci sarebbero state gare europee dopo l’inizio della serie di eventi flyaway pianificata con il GP di Russia del 26 settembre.

La sede italiana, che ha ospitato con successo la sua prima gara di F1 lo scorso settembre, sarebbe una scelta ben accolta tra fan, team e piloti. Tuttavia, dovrebbe avere un senso commerciale per tutte le parti, e questo potrebbe ancora rivelarsi un ostacolo. Il significato della zona rossa della Turchia è che chiunque sia stato in un paese nell’elenco nei 10 giorni precedenti deve intraprendere una quarantena obbligatoria di 10 giorni in un hotel approvato dal governo del Regno Unito, al costo di £2250 a persona.

La F1 non ha esenzione per le zone rosse e non prevede al momento di ottenerne una.

Quindi la sentenza riguarderebbe circa un migliaio di personale viaggiante dei sette team con sede nel Regno Unito, l’organizzazione F1, la FIA, Pirelli, Honda e i media. Il piano originale prevedeva che il GP del Giappone fornisse un “buffer” tra la gara turca del 3 ottobre e il ritorno nel Regno Unito. Con la regola dei 10 giorni superata mantenendo le persone in Giappone per qualche giorno in più dopo il weekend di gara di Suzuka.

Il problema è nato dopo la recente cancellazione della gara giapponese. Fino ad allora la F1 ha continuato a sperare che la Turchia sarebbe uscita dalla lista della zona rossa, rimuovendo così eventuali problemi di quarantena. Anche Messico e Brasile sono nella lista della zona rossa del Regno Unito, mentre il COVID è diventato un problema serio ad Austin, creando potenziali problemi per tutte e tre le sedi.

Diversi paesi sono anche nella lista rossa italiana, creando problemi a Ferrari, AlphaTauri e Pirelli, ma si ritiene che ci sarà maggiore flessibilità in termini di deroghe.

Il calendario rimane quindi ancora in uno stato di cambiamento, ma Autosport ha suggerito che un’opzione sarebbe quella di correre in Russia, spostando la Turchia di una settimana al 10 ottobre. Ciò consentirebbe ai team di pianificare un semplice viaggio da e per Sochi per acquistare tempo extra fino alla prossima revisione della zona rossa del Regno Unito il 16 settembre.

Se la Turchia dovesse uscire dalla lista a quel punto, in teoria, ci sarebbe ancora tempo per gestire la questione del weekend senza problemi di quarantena. Se la tappa in Turchia dovesse essere cancellata definitivamente, la F1 sta considerando il Mugello come un evento europeo a sé stante per la data del 10 ottobre. Tutte le opzioni possibili, comunque, rimangono provvisorie e sono ancora in discussione con gli organizzatori della gara e altre parti interessate. L’amministratore delegato della F1 Stefano Domenicali dovrebbe discutere i piani con i team principal nel suo normale incontro del sabato a Spa. Le squadre devono affrontare enormi problemi logistici mentre pianificano la seconda metà della stagione.

Tutti inviano articoli come attrezzature per garage via mare, e i container destinati al Giappone sono partiti diverse settimane fa, con diverse squadre che riferiscono che sono attualmente in attesa a Singapore.

Pirelli ha spedito via mare anche i suoi pneumatici Suzuka, e l’azienda è in attesa di notizie prima di dirottarli su una sede alternativa come il Mugello .

I costi del trasporto marittimo e aereo sono aumentati enormemente a causa della pandemia ed è ora molto più difficile modificare i piani in una fase avanzata.

Il Covid rispetto all’anno scorso sta creando ulteriori disagi, con il destino della Formula 1 fermo nelle decisioni importanti che dovranno essere prese nelle prossime settimane.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: