Dopo i test di Barcellona la Ferrari ha capito i suoi problemi, che ora andranno rapidamente risolti

La Ferrari ha avuto un inizio di stagione davvero drammatico sportivamente parlando. Quella che doveva essere la vettura da battere, rischia addirittura di ridimensionarsi a terza forza del mondiale. Si perchè l’armata Mercedes appare inattaccabile, mentre anche la Red Bull di Verstappen è arrivata davanti alle rosse in quel di Barcellona. In Spagna sono arrivati degli aggiornamenti aerodinamici ed una nuova power unit, ma tutto è stato inutile. La differenza tra la SF90 e la W10 dal punto di vista telaistico è attualmente imbarazzante.

Di questa difficile situazione ha parlato il team principal della Ferrari Mattia Binotto, ai microfoni di Autosport: ”Non sappiamo precisamente quanto ci vorrà per risolvere i nostri problemi, ma attualmente l’importante è individuarli e capire come affrontarli. In quel momento avrò la certezza di poterli risolvere in fretta. Le gomme sono molto difficili da gestire e da usare alla perfezione, rappresentano uno dei fattori principali nella performance di una monoposto e quindi vanno gestite ed ottimizzate al meglio per andare forte”.

”Da questo punto di vista, la Pirelli ha raggiunto i propri obiettivi. Dal punto di vista della sicurezza hanno retto bene, ma il compito difficile è capire come utilizzare queste gomme, il che fa parte del mestiere. In Spagna abbiamo avuto condizioni variabili, con la pista al sabato mattina che era in condizioni diverse rispetto al pomeriggio, tutto ciò fa parte dei dati da analizzare per capire al meglio la nostra macchina. Dovremo mettere insieme tutto e trarre delle conclusioni, per porre rimedio a questa situazione”.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: