Le libere 1 dell’Hungaroring mostrano una Mercedes in grado di demolire la concorrenza, con Hamilton e Bottas in fuga. Seguono Perez e Stroll, con Vettel sesto davanti a Leclerc.

Il week-end del Gran Premio d’Ungheria si è ufficialmente aperto questa mattina. Nelle libere 1 dell’Hungaroring si è evidenziato ancor di più lo strapotere delle Mercedes, clamorosamente in vantaggio sugli avversari. Il miglior tempo lo ha piazzato Lewis Hamilton in 1’16”003 con gomma Dura, vale a dire la più lenta della gamma Pirelli. Il ritmo imposto dalle W11 è stato massacrante sin dall’inizio, ma la cosa che fa riflettere è l’andamento dell’intera sessione. Le frecce nere avevano iniziato con le Soft, riuscendo a migliorare i tempi ottenuti con la mescola rossa con la gialla ed in seguito la bianca. Valtteri Bottas è secondo, attardato di appena 86 millesimi ma con gomma Media. La simulazione del passo gara ha sottolineato ulteriormente la superiorità del team di Brackley, con tutti gli altri piuttosto lontani.

La seconda fila virtuale è stata ottenuta dalle Racing Point di Sergio Perez e Lance Stroll. La coppia al volante della Mercedes rosa si è confermata piuttosto veloce nelle libere 1 dell’Hungaroring, ma va evidenziato il gap dal tandem di testa. Il messicano è terzo in 1’16”530 con le Soft, vale a dire con un gap di oltre mezzo secondo nonostante le due mescole di vantaggio rispetto ad Hamilton. Ancor più lontano Stroll, che si è visto rifilare dal battistrada quasi un secondo.

Quinto un positivo Daniel Ricciardo con la Renault, staccato di un secondo ed un decimo. L’australiano ha fatto registrare la sua miglior prestazione con gomma media, la stessa utilizzata dalle Ferrari. Sulla SF1000 non sono arrivati i tanto attesi aggiornamenti, con Sebastian Vettel che si è piazzato al sesto posto davanti a Charles Leclerc. Per il tedesco il crono è stato in 1’17”238, dunque il ritardo dalle Mercedes si conferma enorme. Non benissimo neanche la Red Bull targata Honda, settima con Max Verstappen e addirittura tredicesima con Alexander Albon. Entrambi hanno girato con gomma rossa, con l’olandese che si è visto protagonista di numerosi bloccaggi ed uscite di pista. Si nascondo le McLaren, nona con Lando Norris ed undicesima con Carlos Sainz. Tra le monoposto di Woking si piazza Esteban Ocon, mentre compiono dei passi avanti le Haas: Kevin Magnussen è dodicesimo e Romain Grosjean quattordicesimo, davanti alla positiva Williams di Nicholas Latifi. Diciottesimo il compagno di squadra George Russell, mentre è disastroso l’approccio al week-end dell’AlphaTauri e dell’Alfa Romeo Racing. Pierre Gasly è l’unico che non ha girato a causa di problemi sulla sua monoposto, mentre Daniil Kvyat non è andato oltre il sedicesimo tempo davanti ad Antonio Giovinazzi. Penultimo Robert Kubica, che nel pomeriggio cederà di nuovo il volante a Kimi Raikkonen. Alle 15 la seconda sessione di libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: