Helmut Marko è incoraggiato dalle frasi fatte dal presidente della FIA recentemente eletto Mohammed Ben Sulayem. Il consigliere della Red Bull suggerisce che la spina dorsale delle regole della Formula 1 dovrebbe essere il “lasciateli correre”.

L’epica sfida tra Max Verstappen e Lewis Hamilton è stata intensa e piena di scontri che hanno suscitato non poche polemiche. Persino nell’ultima notte, ad Abu Dhabi, l’episodio che ha visto l’introduzione della SC ha “coronato” una stagione piena di errori e di turbamenti.

Helmut Marko è incoraggiato da Ben Sulayem, che ha sostituito l’ex presidente della FIA di lunga data Jean Todt, e ha detto essenzialmente allo sport: “Abbiamo un nuovo presidente della FIA e quello che ho sentito da lui finora suona bene. Vuole innovare. Penso che dovremmo considerare il motto che Niki Lauda ha inventato: “Lasciateli correre”. Questo deve essere il punto di partenza”.

Mentre la Mercedes è stata addolorata per il modo in cui ha perso il titolo piloti, anche la Red Bull crede che la chiarezza delle regole debba essere una priorità assoluta.

Marko ha così continuato: “Le normative devono essere più precise, ma anche gli steward devono esprimersi più chiaramente e prendere decisioni migliori. Dobbiamo sapere che se facciamo questo o quello, otterremo questa o quella penalità. Non questa volta e quell’altra ancora”.

Mentre Masi e i suoi commissari di gara nominati dalla FIA sono stati diffamati per il caos di Abu Dhabi, sono stati anche messi sotto accusa per altre dubbie decisioni prese nel corso di un anno torrido per gli “arbitri” di questo sport.

Marko è d’accordo sul fatto che il Team Manager dovrebbe effettivamente prendere i messaggi dei capi squadra e trasmetterli al Direttore di Gara. Perché dovrebbe essere libero di decidere. Masi a volte ha solo pochi secondi, forse una decina, per prendere queste decisioni.”

“Il direttore di gara non dovrebbe essere assillato da nessuno. Le decisioni dovrebbero essere prese senza che nessuno possa influenzarle.” – ha aggiunto.

“Quindi credo che tutti gli incidenti, che hanno colpito principalmente noi alla Red Bull, ma anche ad altri team come la Mercedes, possano essere evitati”, ha aggiunto Marko con una chiara frecciatina ai loro rivali, in particolare al loro capo Toto Wolff.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: