Il pilota monegasco coglie una vittoria straordinaria a Monza, nove anni dopo l’ultimo successo di Fernando Alonso sulla Ferrari F10.

Charles Leclerc non ha intenzione di svegliarsi da un sogno di fine estate e dopo Spa mette il secondo timbro consecutivo nel GP di casa per la Rossa. Un successo fondamentale per il giovane pilota al secondo anno in F1 che in conferenza ha spiegato: “E’ successo tantissimo in 2 ore… gara difficile, Lewis era sempre dietro di me con distacchi tra l’1.5 e massimo 1.8 secondi. Ho fatto pochi errori, ma uno quasi mi costava la posizione. Poi ho difeso anche su Valtteri Bottas. Tutti i sogni che avevo in infanzia, oggi con tutta la squadra che cantava insieme. Tantissime emozioni!

In merito alla scelta della squadra di montare le mescole dure, Charles ha dichiarato: “La strategia era buona, eravamo in una situazione difficile, ero l’unica Ferrari con due Mercedes dietro ma abbiamo fatto una buona scelta strategica con le hard”.

Dalla sfida con Verstappen qualcosa è cambiato in Charles. “Dall’Austria è stato più chiaro come possiamo difenderci noi piloti e anche io ho cambiato modo di difendermi – ha analizzato il più giovane vincitore di un GP su una Ferrari – Oggi sono andato al limite ma sono contento di correre così. Quando sono iniziati i problemi di degrado delle gomme ho iniziato ad avere bloccaggi e arrivare lungo. Ho sofferto soprattutto con la posteriore destra”.

E’ stato il mio primo weekend della mia vita che avevo in testa la vittoria – ha continuato Leclerc in conferenza – Vincere difronte ai tifosi e sapere quanto contasse una vittoria difronte a tutti i supporter qui mi ha dato tantissime emozioni. Non ricordo molto della storia della F1, il primo ricordo è che stavo giocando con le macchinine durante un GP di Monaco, ma la prima volta a Maranello arrivai con Jules e non mi fecero entrare nella factory facilmente come ora. Dobbiamo lavorare insieme io e Seb per fare più punti possibili. È un pilota fantastico, molto metodico e ha una grande esperienza. Ho imparato tanto da lui, ma non ho ancora visto il suo incidente. La vittoria di oggi è stata più difficile che in Belgio. Da mercoledì pensavo solo a vincere davanti a tutti i nostri tifosi. Anche durante la gara pensavo a cosa sarebbe significato vincere per chi era in tribuna”.

Se sono qui è grazie alla FDA. Abbiamo fatto molta preparazione mentale e fisica. Abbiamo fatto molto lavoro al simulatore che mi ha fatto crescere come pilota. La Academy formerà altri piloti che mi affiancheranno”, ha concluso Leclerc.

Formula 1 Ferrari – Leclerc si prende Monza ed asfalta le Mercedes!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: