L’amministratore delegato della Formula 1 Stefano Domenicali ritiene che i primi leader in fuga il prossimo anno troveranno il proprio vantaggio spazzato via molto rapidamente.

I team di F1 stanno attualmente lavorando duramente sui loro progetti per le nuovissime auto ad effetto suolo che entreranno in gioco nel 2022.

E, dopo una campagna 2021 ultra competitiva, sono stati espressi alcuni timori che il cambio di regolamento potesse innescare una maggiore diffusione del campo. Con alcune squadre che hanno trovato modi migliori per sbloccare le prestazioni.

La F1 non ha evitato il fatto che c’è la possibilità che una o due squadre siano ben chiare al fronte nelle prime fasi del nuovo regolamento.

Ma Domenicali non ha dubbi che, con le squadre che si stanno ancora adeguando alle nuove regole, i vantaggi ottenuti dall’inizio della stagione verranno rapidamente erosi.

Parlando in esclusiva ad Autosport, Domenicali ha dichiarato: “E’ chiaro che nel contesto di una stagione che inizia con un nuovo regolamento e il budget cap, potrebbero emergere differenze tra le vetture maggiori di quanto ci si potrebbe aspettare. Ma sono altrettanto sicuro che le limitazioni legate al nuovo regolamento significheranno che se ci saranno queste differenze il gap si colmerà più velocemente”.

La convinzione di Domenicali sul rapido cambiamento del quadro competitivo è stata sostenuta dalla Ferrari. La quale ritiene che la cosa fondamentale il prossimo anno sarà la velocità con cui le squadre potranno rispondere alla loro situazione competitiva all’inizio della stagione.

Il boss del team Ferrari Mattia Binotto ha dichiarato: “Può darsi che all’inizio della stagione ci sarà differenza di competitività tra le vetture, a causa dei modi in cui ciascuna squadra può aver interpretato le regole e le soluzioni che possono portare.

“Qui quello che penso sarà importante in quanto la Ferrari è essere in grado di comprendere le debolezze e affrontarle molto rapidamente. Quindi è la reazione della squadra che sarà fondamentale.

“Non possiamo essere sicuri di avere un’auto competitiva fin dall’inizio, perché non sai mai cosa può succedere quando hai un così grande cambiamento di regole. Ma si tratta di essere in grado di affrontarlo il prima possibile”.

Domenicali rimane ottimista sul fatto che la nuova generazione di auto dovrebbe porre maggiormente l’accento sul talento dei piloti. E questo potrebbe portare a molte più battaglie.

“Stiamo affrontando una stagione nel 2022 in cui ci sono tanti nuovi elementi che possono essere caratterizzati in senso positivo o negativo”, ha detto.

“Le vetture effetto suolo sono state progettate per mettere in risalto le capacità dei piloti. Sono macchine che vanno guidate, senza l’effetto scia [aria sporca] che deteriora le gomme. L’obiettivo è fare duelli tra tanti piloti, senza avere i limiti legati alla vettura”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: