Seconda pole consecutiva per la Ferrari con Leclerc a Baku, sulla pista dove la rossa avrebbe dovuto soffrire. Una scia offerta da Hamilton ha aiutato il monegasco, con l’iridato secondo davanti a Verstappen. Quarto Gasly seguito da Sainz.

Seconda pole consecutiva per Charles Leclerc e la Ferrari, che a Baku hanno piazzato un colpaccio inaspettato. Il monegasco ha sfruttato alla perfezione una scia offertagli dalla Mercedes di Lewis Hamilton nell’ultimo settore, siglando un 1’41”218 inarrivabile per la concorrenza. Il campione del mondo ha comunque completato la prima fila con la sua W12, un risultato eccellente viste le difficoltà delle prove libere.

La classifica è risultata congelata vista la bandiera rossa nel finale, causata dall’incidente dell’AlphaTauri di Yuki Tsunoda e di Carlos Sainz. Il giapponese ha perso la macchina a curva 3, traendo in inganno anche lo spagnolo che è finito a sua volta contro il muro. Il ferrarista scatterà dalla quarta casella, dietro ad un grande Pierre Gasly che ha portato a casa la seconda fila. Il premio per la maggior delusione va sicuramente a Max Verstappen, solo terzo con una Red Bull targata Honda che avrebbe dovuto dominare la scena. Peggio è andata a Sergio Perez, solo settimo dietro alla McLaren di Lando Norris. Ottavo Tsunoda, mentre l’Alpine di Fernando Alosono è in nona piazza. Disastroso Valtteri Bottas che chiude la top ten.

Nel Q1 succede di tutto: Lance Stroll si schianta con l’Aston Martin a curva 15, provocando la prima bandiera rossa dopo pochi minuti. Lo stesso destino in quel punto colpisce Antonio Giovinazzi, che non riusce ad evitare l’impatto con la barriera a bordo della sua Alfa Romeo Racing. Tra gli eliminati, oltre ai due coinvolti negli incidenti, si registra la presenza della Williams di Nicholas Latifi e delle Haas di Mick Schumacher e Nikita Mazepin.

Il Q2 non perdona Daniel Ricciardo, che si schianta a curva negli ultimi secondi della sessione, costringendo alla sospensione anticipata del turno. Per l’australiano continua il periodo da incubo, restando escluso con il tredicesimo tempo. Per pochissimo deve arrendersi anche Sebastian Vettel, che chiude undicesimo davanti ad un deludente Esteban Ocon. Fuori anche Kimi Raikkonen e George Russell, bravo comunque a portare la Williams nuovamente oltre il primo taglio. Alle 14 di domani la partenza della gara.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: