Vittoria da incorniciare per Verstappen che riesce a piegare Hamilton e Bottas a Silverstone, mentre Leclerc regala alla Ferrari il quarto posto. Da dimenticare la gara di Vettel dodicesimo dopo l’ennesimo testacoda.

Max Verstappen e la Red Bull targata Honda hanno interrotto la dittatura Mercedes in quel di Silverstone, in uno splendido Gran Premio del 70esimo anniversario. L’olandese si è preso il primo trionfo stagionale, dopo un poker di trionfi delle frecce nere, approfittando delle grandi difficoltà in gestione gomma del team di Brackley. Lewis Hamilton ha chiuso al secondo posto davanti a Valtteri Bottas, con il finlandese che è costretto a cedere al vincitore odierno la piazza d’onore nella classifica piloti.

Grandissima prova di Charles Leclerc, quarto con la Ferrari con una sola sosta effettuata. Inspiegabile il fatto che la SF1000 abbia avuto un ottimo ritmo con il monegasco, mentre Sebastian Vettel sembra ormai al canto del cigno. Il tedesco si è girato da solo sul cordolo a curva 1 in partenza, finendo nelle retrovie e chiudendo in dodicesima posizione. Tornando alle posizioni di chi ha chiuso a punti, si segnala la buona domenica delle Racing Point, con Lance Stroll sesto e Nico Hulkenberg settimo, entrambi alle spalle di un deludente Alexander Albon. Molto male anche Renault e McLaren, visto che entrambe non sono andate oltre un ottavo posto con Esteban Ocon ed un nono con Lando Norris. Chiude la top ten l’AlphaTauri di Daniil Kvyat.

Alla partenza Bottas resiste bene all’assalto di Hamilton, mentre Verstappen infila subito Hulkenberg. Da incubo la partenza delle Ferrari, con Leclerc che perde due posizioni e Vettel che si gira nuovamente da solo, in maniera imbarazzante per un quattro volte campione del mondo. Il tedesco è costretto a rimontare dal fondo, mentre i pit stop iniziano dopo pochi giri con Albon che opta subito per gomma Dura. A sorprendere è Verstappen che tiene bene il passo delle Mercedes grazie alla mescola più dura, restando quasi in zona DRS rispetto ad Hamilton.

Le frecce nere si fermano al tredicesimo e quattordicesimo giro, con l’olandese che sale al comando dopo aver messo grande pressione al campione del mondo. Lewis rientra in pista alle spalle di Leclerc, ma in poche curve riesce a liberarsi della rossa che ancora deve effettuare la sosta. Charles si fa notare per un entusiasmante sorspasso su Norris nelle prime curve, ennesima dimostrazione del grande talento del #16. Inspiegabile la difficoltà delle Mercedes con le Dure, che non riescono a tenere il passo di Verstappen che deve ancora effettuare il pit stop.

Super Max rientra al ventiseiesimo giro e si accoda a Bottas, liberandosi subito della W11 con un entusiasmante sorpasso che lo riporta in vetta. La crisi delle Mercedes è inspiegabile ed un Hamilton nervoso si lamenta spesso via radio. Lo stint di Verstappen dura solo cinque giri, decidendo poi di effettuare una seconda sosta per tornare sulla bianca, così come fa Bottas nello stesso giro. Hamilton prosegue e va al comando, mentre Leclerc risale quarto grazie alla sosta delle Racing Point.

Al quarantaduesimo giro il britannico rientra e monta nuovamente la bianca, cedendo a Verstappen la leadership davanti a Bottas ed un incredibile Leclerc. Il ritmo impresso dall’iridato è incredibile ed inizia a siglare giri veloci a ripetizione, superando con una gran staccata alla Stowe il ferrarista. Pochi giri dopo è il turno di Valtteri, che non può nulla contro un Hamilton scatenato che mette una seria ipoteca sul titolo dando uno schiaffo morale al finlandese. Sul traguardo Verstappen porta a casa la vittoria a Silverstone, interrompendo il dominio delle Mercedes e dando speranza al mondiale. Prossimo appuntamento a Barcellona tra una settimana.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: