Il Gran Premio degli Stati Uniti è terminato nuovamente con emozioni doppie in casa Ferrari.

Se da una parte un grandissimo Charles Leclerc si è reso protagonista di una rimonta dal 12° posto per via della penalità datagli dopo il cambio motore, arrivando poi sul podio, dall’altra il ritiro di Carlos Sainz alla prima curva (a causa di un contatto con Russell successivamente penalizzato) dopo essere partito dalla pole lascia l’amaro in bocca.

Soprattutto perché quella dello spagnolo è stata la 12esima pole stagionale non concretizzata. Su una dozzina di migliori tempistiche, infatti, la Ferrari è riuscita a portare a casa solamente 3 vittorie. Sono 4 in tutta la stagione andando a fare un quadro generale della situazione.

“È stata una gara a due facce – ha detto il team principal della rossa Mattia Binotto – “Carlos è finito fuori incolpevolmente al primo giro. Charles, dal canto suo, ha fatto una bellissima rimonta, che lo ha portato fino al podio. Sappiamo che in gara ci manca al momento qualcosa nei confronti della Red Bull che con il titolo vinto oggi ha reso onore nel migliore dei modi alla memoria del proprio fondatore. Noi continueremo a lavorare per dare loro ancora del filo da torcere già fra una settimana in Messico, oltre che continuare ovviamente a concentrarci al massimo per preparare la sfida della prossima stagione”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: