Le Red Bull si confermano al top nelle seconde libere di Baku, ma la Ferrari è vicina nonostante un contatto con il muro per Leclerc. Undicesimo Hamilton, ma le frecce nere sono in forma sul passo gara.

La Red Bull targata Honda sembra essere il punto di riferimento anche sulla pista di Baku, dove Sergio Perez e Max Verstappen hanno primeggiato anche nella seconda sessione di libere. Il messicano si è issato in cima alla lista dei tempi siglando un 1’42”115 che gli ha consentito di precedere per un decimo il compagno di squadra, segno che pian pianino Sergio si sta adattando alla RB16B. Ad impressionare sono nuovamente le Ferrari, che appaiono in forma anche su una pista sulla carte molto ostica.

Carlos Sainz è terzo a soli 28 millesimi dal leader del mondiale, mentre Charles Leclerc è leggermente più indietro con un crono in 1’42”436. Il monegasco si è reso protagonista anche di un contatto con il muro alla curva 15, proprio quando stava andando a segnare la miglior prestazione dopo il record nel primo settore. Sulla rossa c’è stata la rottura dell’ala anteriore, ma il ferrarista è riuscito a riguadagnare in maniera autonoma la via dei box.

Terza fila virtuale piuttosto insolita, con Pierre Gasly quinto sull’AlphaTauri seguito dall’Alpine di Fernando Alonso. Le sorprese non sono finite qui, visto che Antonio Giovinazzi ha portato l’Alfa Romeo Racing al settimo posto, mentre Kimi Raikkonen è più indietro con il dodicesimo tempo. Alle spalle del pugliese c’è la McLaren di Lando Norris, ma il team di Woking ci ha abituato a nascondersi al venerdì. Nono Esteban Ocon davanti ad uno Yuki Tsunoda in crescita che ha chiuso la top ten.

Ad aprire la seconda parte della classifica c’è una sorpresa in negativo, ovvero la Mercedes di Lewis Hamilton, che non è andato oltre un 1’43”156, ad un secondo dal battistrada. Peggio è andata a Valtteri Bottas che ha chiuso sedicesimo, ma è impensabile che queste siano le reali posizioni delle W12. Dopo un week-end difficile come quello di Monaco, le frecce nere sembrano nuovamente non troppo ben messe, anche se la simulazione di passo gara è stata positiva. Davanti al finlandese ci sono le due Aston Martin e Daniel Ricciardo, mentre in chiusura c’è George Russell con la Williams davanti alle Haas e Nicholas Latifi. Alle 11 di domani la terza sessione di libere.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: