Il week-end di Baku inizia nel segno dell’olandese che nelle prime libere ha preceduto le Ferrari di Leclerc e Sainz. Indietro le Mercedes che non hanno cercato il tempo.

Le prime libere di Baku hanno evidenziato la grande competitività della Red Bull targata Honda e della Ferrari. Max Verstappen si è messo al comando delle operazioni girando in 1’43”184, calzando un treno di gomma Soft. Il leader del mondiale ha dovuto sudare per tenere dietro Charles Leclerc, staccato di appena 37 millesimi sulla sua rossa. Il dato interessante è la conferma della bontà della SF21 nel tratto guidato, dove il monegasco ha ripetutamente fatto segnare il miglior tempo. Carlos Sainz è terzo a poco più di tre decimi, mentre Sergio Perez ha concluso in quarta piazza.

Positivo l’inizio di week-end per Daniel Ricciardo, quinto con la prima delle McLaren davanti al solito Pierre Gasly su AlphaTauri. All’appello sono mancate le Mercedes, con Lewis Hamilton solo settimo e Valtteri Bottas decimo. Queste prestazioni non devono ingannare, visto che il campione del mondo ha siglato il suo 1’43”893 nelle prime fasi del turno quando la pista era ancora poco gommata. Il finlandese non ha mai cercato il tempo, restando alle spalle anche di Lando Norris. Il britannico stava facendo segnare un tempo piuttosto interessante, quando si è girato alla penultima curva compromettendo il tutto. Nono Fernando Alonso con l’Alpine, mentre la W12 #77 chiude la top ten.

Buono il lavoro dell’Alfa Romeo Racing, subito alle spalle dei migliori con Kimi Raikkonen undicesimo seguito da Antonio Giovinazzi. Alle spalle del pugliese c’è l’Aston Martin di Lance Stroll, con le difficoltà del team inglese che sono confermate da Sebastian Vettel che è quindicesimo dietro a Yuki Tsunoda. In chiusura troviamo le Williams e le Haas, le quali sono state protagoniste di numerosi fuoripista. Alle 14 la seconda sessione di libere.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: