Il 6 volte campione di F1 Lewis Hamilton ha snobbato i titoli vinti, lodando quanto sta facendo per i diritti dei più deboli.

Lewis Hamilton è ad un passo dal proprio settimo mondiale di F1 della sua carriera. La cosa però, non sembra toccare molto il britannico, che ha elogiato quanto sta svolgendo fuori dalla pista, snobbando i suoi risultati sportivi: ”Vincere un titolo mondiale è qualcosa di personale. Lotti contro avversari molto forti, ma il pilota è un individuo, per cui questo risultato non ha necessariamente un impatto sulla vita degli altri. Mentre il lavoro che faccio all’esterno della pista, per cercare di migliorare le condizioni delle persone, verso l’eguaglianza e la parità dei diritti umani per tutti, è un qualcosa di più grande e di cui vado molto più fiero”.

La W11 ha dominato in lungo ed in largo la stagione, con Hamilton che ha trionfato negli ultimi tre appuntamenti al Nurburgring, Portimao ed Imola, ipotecando definitivamente un titolo che non è mai stata in discussione. Proprio nella giornata di ieri, erano arrivate le parole di Ralf Schumacher, che accusava Lewis di aver eccessivamente concentrato le proprie politiche nell’ambito sportivo. Il britannico non ha voluto commentare quanto affermato dall’ex Toyota e Williams, preferendo restare concentrato sull’appuntamento in Turchia.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: