Fernando Alonso interpreta il sistema DAS come un segnale che i campioni del mondo non si adagiano mai sugli allori.

L’innovazione portata dal team anglo-tedesco ha causato un enorme susseguirsi di vociferare nel paddock. La resa dei conti è che la Mercedes probabilmente, in queste sette stagioni abbia sviluppato una miriade di nuovi congegni e li stia apportando ora prima che queste “diavolerie” diventino inutili per la stagione 2021.

Il capo tecnico della Mercedes, James Allison, ha persino lasciato intendere che una miriade di “aggeggi” sono stati testati sulla W11: “Forse una delle cose che non è molto apprezzata è che ciascuna delle nuove auto che portiamo in pista è ricca di innovazione.

F1 Volante Mercedes

“È solo che non sono sempre così ovvi e alla portata di occhio come questo (DAS). Quindi è divertente. Ma il DAS è solo la punta di un iceberg di cose simili che sono state inserite sull’auto.

“Sono solo contento di averlo sulla macchina, sembra essere funzionale e scopriremo nei prossimi giorni quanti benefici ci porterà”, ha aggiunto.

Tuttavia, gli ingegneri rivali sono alla porta mentre contemplano ciò che si stanno perdendo.

Il pluri-campione del mondo di F1 Fernando Alonso vede un quadro più ampio e a SKY F1 ha dichiarato:

“Solo loro sanno con certezza cosa sta facendo alla macchina e quali sono i vantaggi che ricavando. Ma suppongo che non sia un fattore determinante. Non è come il DRS o l’F-Duct o qualcosa che ti dà mezzo secondo o sei decimi o quattro decimi. Penso che sia solo un’impostazione di messa a punto. È più il potenziale e la dimostrazione che danno a tutti, anche se sono campioni del mondo non si adagiano mai sugli allori. Questo è probabilmente il messaggio più grande che inviano con questo sistema DAS”.

Per quanto riguarda il suo ex compagno di squadra Lewis Hamilton, ad Alonso è stato chiesto se il britannico avrebbe conquistato il suo settimo titolo in F1 alla fine di questa stagione, ha risposto: “Penso di sì. Guardando il test sembra che la Mercedes sia ancora abbastanza competitiva e mostrino ancora un enorme potenziale sul lato dello sviluppo e sui progressi da un anno all’altro.

“La Formula 1 è impossibile da prevedere perché molte cose accadono durante la stagione, ma come punto di partenza, penso che siano i favoriti. Quando hai Lewis in macchina e Mercedes con il potenziale che ha non puoi non darli come favoriti”.

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: