Jean-Philippe Imparato, CEO di Alfa Romeo, ha affermato che il brand italiano valuterà con calma le opportunità nel motorsport dopo il 2023.

L’annuncio dell’ingresso in F1 di Audi a partire dalla stagione 2026 provocherà un piccolo terremoto nel circus. Si attende infatti solo l’annuncio dell’acquisto di una quota di maggioranza di Sauber, che realizza le vetture che oggi portano il nome di Alfa Romeo, da parte del marchio tedesco, che non intende entrare nella categoria regina solo come motorista. Cosa ne sarà quindi dell’impegno in F1 del marchio italiano, che proprio lo scorso luglio aveva annunciato il rinnovo della partnership con Sauber fino a fine 2023? Jean-Philippe Imparato, CEO del Biscione, ha recentemente parlato proprio del futuro nel motorsport di Alfa Romeo, senza chiudere la porta ad una permanenza nel circus.

“Sono aperto a tutte le opzioni.” – ha esordito il francese, raggiunto da Autosport“Comunque in questo periodo avrò l’opportunità di valutare ogni possibilità senza pressioni. Anche se fossimo obbligati a prendere una decisione entro la fine di quest’anno, abbiamo dei mesi per analizzare il lato commerciale e per scegliere in totale serenità, quindi non c’è fretta. Direi che resta tutto aperto. Mi piacerebbe trovare il miglior compromesso possibile tra il mantenimento del DNA del motorsport e la transizione verso l’elettrico. E’ questo quello che sto cercando di costruire, e non è così facile. […] Nulla è definito per il 2024, ora sono concentrato sul 2022 e sul 2023. Nei prossimi mesi inizieremo le considerazioni anche sui tre anni successivi. Ne riparleremo quando avrò trovato qualcosa di coerente col marchio di fabbrica di Alfa Romeo, che è la sportività italiana. E’ chiaro che, se dovessimo restare in F1, useremmo solo un motore Ferrari“.

Il rinnovo con Sauber per il 2023 ha un significato molto importante per Imparato: “E’ fondamentale che ci sia chiarezza e il messaggio che volevo mandare è semplicissimo. In primis, ho voluto proseguire con Sauber fino a fine 2023 perché siamo contenti con loro. E ciò non riguarda solo la parte commerciale, dato che probabilmente ho il miglior ritorno sugli investimenti del paddock, ma anche il modo in cui collaboriamo: stiamo pianificando delle edizioni limitate e organizzando eventi speciali con i possessori di GTA e collezionisti di Alfa Romeo storiche. Non bisogna poi dimenticare che l’accordo con Sauber è su base annuale, e ogni anno alla fine di luglio ho la possibilità di tirarmi indietro. Inoltre, nel 2024 Alfa Romeo lancerà la sua prima linea 100% elettrica. […] Il senso del comunicato era quindi che stiamo aprendo un nuovo capitolo della nostra storia, più importante dell’impegno con Sauber o nel motorsport, dal quale però dobbiamo trarre beneficio”.

Foto: Alessandro Martellotta per newsf1.it

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: