F1 – La Red Bull non ha assolutamente nulla da recriminarsi nel 2022, per il team blu scuro è stato un anno di completi successi, tanto da riuscire, per la prima volta dal 2013, a riconquistare in una sola stagione sia il titolo piloti che quello costruttori, ma il team non si è fermato qui e Red Bull ha segnato un nuovo record per la quantità di punti segnati da un team durante una stagione di F1, senza dimenticare poi Verstappen che ha saputo dominare 15 gare facendo segnare un nuovo record assoluto per il maggior numero di Gran Premi vinti in una stagione (anche se a ragion veduta quest’anno le gare in calendario erano parecchie, più del normale).

Ma con i pensieri e i dubbi puntati già alla stagione 2023, del cui anno abbiamo appena celebrato il nuovo arrivo, Adrian Newey, al centro anche del recente dibattito in merito al budget cap ha detto:

red bull Budget cup
F1 red bull Budget cup

“La riduzione dei test in galleria del vento significa che possiamo quindi valutare meno componenti diversi, meno idee diverse. Se siamo davvero intelligenti e mettiamo sempre le cose giuste sul modello, ovviamente non fa molta differenza. La Ferrari non si fermerà, risolverà i suoi punti deboli. Avevano un paio di problemi di affidabilità. Hanno commesso un paio di errori al muretto. Quindi torneranno subito. E poi, naturalmente, abbiamo visto la Mercedes partire con una macchina che era piuttosto lontana dal ritmo, e evolverla al punto da vincere la penultima gara. Sai che saranno proprio lì. Quindi sarà sicuramente un anno difficile.”

Poi Newey ha spiegato come sono riusciti ad ottenere quella spaventosa macchina che soprattutto a partire dalla seconda metà della stagione ha iniziato a mietere vittime sul tracciato senza temere rivale alcuno:

“Ci siamo concentrati sul tentativo di ottenere le basi giusti, cercando di ottenere il pacchetto in modo da includere sospensioni, sospensioni anteriori e posteriori, il layout della monoscocca, il layout dei radiatori e così via. Era così che avremmo avuto il pacchetto che volevamo, anche se non avessimo iniziato come la macchina più veloce, avremmo potuto poi sviluppare durante la stagione. Nei test pre-stagionali, eravamo un po’ preoccupati prima di arrivarci, quindi avevamo già fatto molte ricerche e sapevamo più o meno cosa avremmo dovuto fare per migliorarci. Quando abbiamo portato il pacchetto gara uno in Bahrain, poco prima della gara, questo ci ha catapultati da decisamente dietro la Ferrari a un livello più ampio, diciamo (di quanto non si sarebbero aspettati ndr). La macchina ha sicuramente avuto dei punti deboli nella prima metà della stagione. Abbiamo ancora alcuni punti deboli, naturalmente. Ma li abbiamo ridotti nella seconda metà e poi abbiamo avuto un pacchetto completamente competitivo.”

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: