News F1 sarà nuovamente in pista per raccontarvi al meglio la battaglia Ferrari-Mercedes a Monza

Il circus della Formula 1 si sta spostando sull’Autodromo di Monza per la quattordicesima tappa del mondiale, il Gran Premio d’Italia. Si tratta di uno degli appuntamenti più attesi della stagione, soprattutto per le migliaia di ferraristi che sono pronti a scatenare il loro tifo per sostenere gli uomini in rosso nella lotta iridata contro la Mercedes.

La prevendita non era stata esaltante nell’ultimo mese, dopo le clamorose ed inaspettate sconfitte rimediate a causa del maltempo e degli errori della squadra in Germania ed Ungheria. Dopo il successo schiacciante di Sebastian Vettel a Spa invece, si andrà a sfiorare il tutto esaurito per spingere la Scuderia a ripetere il risultato del Belgio. Lo scorso anno qui arrivò il week-end peggiore per il Cavallino: Hamilton e Bottas dominarono rifilando trentasei secondi di ritardo alla rossa di Seb, che in quell’occasione perse la leadership del campionato che non avrebbe più ripreso sino alla fine del campionato con il mondiale che andò all’inglese.

Quest’anno, nonostante la superiorità della macchina, Vettel arriva con un distacco di 17 punti da Hamilton nel mondiale ma le aspettative per Monza sono ben più alte rispetto alla passata stagione. Se 365 giorni fa si sapeva che la Ferrari avrebbe corso in difesa sui lunghi rettilinei monzesi a causa di una netta inferiorità motoristica, oggi c’è la consapevolezza che la SF71-H sia la macchina migliore ( anche se di poco) in ogni aspetto: motore, velocità di punta, trazione e velocità in curva. Roba impensabile nel 2017.

La Mercedes non va comunque sottovalutata. Come per Silverstone prima della vittoria di Vettel a luglio, le frecce d’argento non hanno mai perso in Brianza da quando esiste la power unit. La rossa vuole dunque spodestare un altro fortino dei tedeschi, dopo i trionfi inattesi di Canada, Gran Bretagna e Belgio arrivati fino ad oggi. Sia Hamilton che Vettel amano questo tracciato. Lewis si è imposto in quattro occasioni ( 2012, 2014, 2015 e 2017), mentre Seb ci è riuscito per tre volte ( 2008, 2011 e 2013).

La lotta sarà senza dubbio esaltante, con la Ferrari che vorrà cavalcare l’ondata di entusiasmo iniziata con il trionfo belga e le frecce d’argento che reclamano un pronto riscatto sulla ”loro” pista in termini di caratteristiche tecniche. Noi di News F1 torneremo per la quinta volta in pista in questa stagione per raccontarvi dal paddock monzese quello che accadrà in questi giorni che si preannunciano davvero combattuti.

Di seguito gli orari del Gran Premio d’Italia:

Sky (diretta)

Venerdì 31 agosto
Prove libere 1: 11.00-12:30
Prove libere 2: 15.00-16:30

Sabato 1 settembre
Prove libere 3: 12:00-13:00
Qualifiche: 15:00-16:00

Domenica 2 settembre
Gran Premio: ore 15:10

Rai (diretta)

Venerdì 31 agosto
Prove libere 1: 11.00-12:30 – Rai Sport + HD
Prove libere 2: 15.00-16:30 – Rai Sport + HD

Sabato 1 settembre
Prove libere 3: 12:00-13:00 – Rai Sport + HD
Qualifiche: 15:00-16:00

Domenica 2 settembre
Gran Premio: ore 15:10

 TV8 (diretta)

Sabato 1 settembre
Qualifiche: 15:00-16:00

Domenica 2 settembre
Gran Premio: ore 15:10

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: