Max Verstappen ritiene che il terzo posto ottenuto nelle qualifiche del GP di Miami sia in parte frutto dei pochi giri effettuati al venerdì.

Le qualifiche del GP di Miami hanno regalato un quadro da sogno per la Ferrari: la Rossa ha infatti monopolizzato la prima fila, con Charles Leclerc davanti a Carlos Sainz e alle due Red Bull. La scuderia di Milton Keynes ha tuttavia tanto da recriminare: Max Verstappen, in testa dopo il primo tentativo, non ha infatti concluso il secondo giro lanciato a causa di un suo errore nel primo settore, precipitando al terzo posto in griglia. Non male, se si considera che l’olandese non ha praticamente girato al venerdì a causa dei problemi di surriscaldamento di cui ha sofferto la sua RB18. Nelle interviste post-qualifiche l’olandese ha dunque mostrato un mix di delusione per le tante noie tecniche e soddisfazione per il risultato ottenuto.

verstappen

“Se avessimo avuto un weekend lineare…” – ha affermato il campione del mondo in carica a F1.com“…avrei conquistato la Pole. Su un circuito nuovo come questo non ci si può permettere di avere un venerdì come il nostro: ieri abbiamo completato solo quattro o cinque giri. E’ molto fastidioso, dobbiamo dire le cose come stanno. In fin dei conti, però, chiudere al terzo posto è un buon risultato. Questa mattina ho provato un long run in vista di domani, e posso dire che sarà una gara molto complessa. Le gomme si surriscaldano facilmente, ma spero che questo dettaglio giochi in nostro favore”.

Verstappen ha inoltre dichiarato alla stampa che: “Visto che ieri ho completato solo quattro o cinque giri, posso dirmi soddisfatto. Per tutto il giorno ho continuato a studiare il circuito, cercando allo stesso tempo di trovare il giusto bilanciamento per la vettura. Mi ha sorpreso la nostra competitività in qualifica dato che è una pista molto difficile da imparare. La Pole è sempre l’obiettivo, ma visto come è partito il weekend abbiamo fatto un ottimo lavoro. Però dobbiamo iniziare a semplificarci la vita nei fine settimana, perché andare avanti con questi problemi rende tutto molto più complesso. Per domani abbiamo buone possibilità: la nostra velocità di punta è ottima e l’equilibrio è molto buono. Per quanto riguarda i sorpassi, lo scopriremo domani. Fuori traiettoria il tracciato è molto scivoloso. Domani può succedere di tutto e farà più caldo di oggi, quindi anche gli pneumatici giocheranno un ruolo fondamentale”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: