Nel corso di una lunga intervista su therace.com, il Team Principal Ferrari Mattia Binotto si è espresso sulle potenzialità del motore superfast, da lui descritto come una totale innovazione su più fronti. Andiamoli a scoprire insieme:

Nel corso di una lunga intervista su therace.com, il Team Principal Mattia Binotto si è espresso sulle potenzialità del motore superfast, da lui descritto come una totale innovazione su più fronti. Andiamoli a scoprire insieme:

Ormai assente dal gradino più alto del podio dal settembre 2019, la Ferrari è pronta a ripartire per la prossima stagione. Per mezzo di un cambio regolamentare ed un nuovissimo motore (denominato superfast), la scuderia di Maranello promette di potersi riagganciare alle rivali Mercedes e Red Bull, provando la sperata rincorsa verso il titolo iridato.

Sappiamo benissimo lo scandalo del 2019 che portò la Ferrari ad essere declassata da un punto di vista motoristico, nelle stagioni 2020 e 2021, portando la scuderia a competere contro avversarie come Alpha Tauri, Alpine e Racing Point (Aston Martin), di certo non al livello della scuderia Rossa. Ma sarà proprio il 2022 l’anno del rilancio? Andiamo a scoprire le caratteristiche del nuovo motore, quello che sarà il fiore all’occhiello della neonata vettura 2022.

Mattia Binotto, nel corso della intervista a Therace.com: “Il propulsore è significativamente diverso da quello attuale, tranne l’ibrido. Ci saranno alcune modifiche al sistema ibrido per il 2022 […] ma il sistema generale è molto simile a quello che abbiamo corso alla fine della stagione.”

Il resto, soprattutto sul motore a combustione interna, devo dire che è significativamente diverso. Abbiamo un nuovo carburante, formato dal 10% di etanolo, che cambierà molto la combustione. Senza questa nuovissima fornitura perderemmo all’incirca 20 cavalli, questo fa capire quanto il carburante sia diverso. C’erano parecchie opportunità per lo sviluppo della nuova Power Unit e siamo riusciti a cambiarla parecchio, specialmente nel design e nella combustione stessa.”

“Il modo in cui ci siamo approcciati al cambio di regolamento è stato quello della mentalità aperta. Se si guarda al concetto dell’auto, non sono tanto le forme esterne ad essere cambiate, ma tutto ciò che si potesse fare sotto la carrozzeria in termini di layout, in termini di design delle sospensioni, in termini di architettura, riuscendo ad includere anche la nuovissima power unit. Penso che il team abbia apportato innovazioni significative”.

“Quello che sarà importante per noi è continuare a crescere e ridurre ulteriormente il gap con i concorrenti. Il nuovo regolamento è una chiara opportunità e dobbiamo essere in grado di vincere delle gare.
Questo significa che possiamo lottare per il campionato? Se guardo oggi, il divario è ancora grande”.

Ferrari
Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: