Si concludono con l’amaro in bocca le qualifiche per il team di Maranello.

Da un lato lo straordinario giro di Charles Leclerc che ottiene la pole position del GP d’Austria, distanziando di poco meno di tre decimi Lewis Hamilton (penalizzato di 3 posizioni sulla griglia di partenza per impeding). Dall’altro lato il problema piccolo, ma grave per l’esito delle qualifiche, sulla vettura di Sebastian Vettel che partirà nono. Già dalle prove libere si era capito che la Ferrari aveva tutto il potenziale per battere le Mercedes e monopolizzare tutta la prima fila delle qualifiche austriache.

“Sensazioni fantastiche”

Charles Leclerc, contento per aver ottenuto la seconda pole position della sua carriera, rilascia le sue riflessioni sulla qualifica e sulla gara di domani: “La macchina mi ha dato sensazioni fantastiche, abbiamo fatto qualche cambio ed è andata bene. Ho guidato al limite e sono contento di aver riportato la Ferrari in pole. Sarà una gara lunga e molto calda. Dobbiamo gestire bene ogni aspetto e speriamo di fare un buon risultato. Mi dispiace per la squadra e per quanto accaduto a Seb”. Il monegasco ha spiegato che ha “usato” una nuova gestione delle qualifiche: “Prima spingevo troppo e ora cerco di anticipare l’evoluzione della pista con il set-up: credo che questo sia un fattore abbastanza importante in questa F1. Solo lavorando di più su questi due aspetti ho trovato un po’ di margine”.

“Peccato per Vettel ma ottimisti per domani”

Ad argomentare il guasto improvviso sulla vettura del tedesco è Binotto che fa anche un resoconto generale delle qualifiche dei due ferraristi: “Siamo molto contenti per la prestazione di Charles che sta crescendo continuamente. Tutto sommato, nelle ultime tre gare ci sono state due pole Ferrari e questo è il bicchiere mezzo pieno che mi piace vedere. È un risultato che è frutto dell’evoluzione di Charles e dell’impegno e del lavoro di tutto il team. Dispiaciuti per Sebastian, avrebbe potuto fare una bellissima qualifica ma a causa di un banale inconveniente meccanico è dovuto rimanere in garage. Probabilmente per via del passaggio su un cordolo, si è interrotta una connessione meccanica, che ha impedito l’alimentazione sulla linea pneumatica del motore, lasciando senza aria l’unità. I meccanici hanno provato di tutto per risolvere il problema ma sfortunatamente l’accesso al connettore era difficilissimo”.

Nonostante tutto, ottima prova per la Ferrari che ritrova una bella prestazione dopo la delusione francese. Ma i punti si ottengono domani. Alle 15:10 si spengono i semafori e si vedrà chi ne uscirà vincitore.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: