Il finlandese a pochi millesimi dal tempo di ieri, l’inglese velocissimo nella simulazione gara

L’ultima giornata di test invernali sta andando in scena sul circuito del Montmelò e la mattinata ha visto confermarsi i valori mostrati ieri. La Ferrari ha cercato la prestazione anche con Kimi Raikkonen, che con le gomme Hypersoft è arrivato a pochissimi millesimi dal crono record di Vettel. ”Iceman” ha girato in 1’17”221. Anche Kimi ha ottenuto questo tempo nel corso di un breve run nel quale si è migliorato un paio di volte, ribadendo la costanza di prestazioni che la SF71-H esprime con questa mescola di pneumatici. Per la rossa #7 i giri completati sono stati 66, un numero nella norma considerando i circa 188 di Vettel di ieri.

In seconda posiziona continua a sorprendere la Haas, che ancora con gomme Supersoft è andata ad ottenere il tempo di 1’18”590 con Romain Grosjean. Dietro di lui c’è la Toro Rosso-Honda di Brendon Hartley. Il neozelandese ha utilizzato le Hypersoft per ottenenre l’18”949 che lo pone in una virtualissima seconda fila. Ancora una volta la scuderia faentina ha girato tantissimo, completando ben 91 tornate.

Quarta piazza per la Mercedes W09 di Lewis Hamilton. Il campione del mondo si è concentrato sui long run facendo una simulazione gara che ha impressionato tutto il paddock. Il miglior tempo dell’inglese è in 1’19”464 con le gomme Supersoft, ma non è certo questo il dato rilevante. Lewis ha infatti effettuato la simulazione con le gomme medie, girando costantemente sull’1’20”, fino ad arrivare a dei giri in cui andava tranquillamente al di sotto di questa soglia. Se paragoniamo il passo gara della Mercedes a quello visto ieri a Ferrari e Red Bull ci sono differenze di oltre 1”, dati allarmanti per la concorrenza.

La RB14 è settima con Ricciardo, alle spalle di Ocon e Sirotkin. Anche per lui lavoro sui long run, senza mai cercare un tempo. Dietro all’australiano ci sono Leclerc ( che è anche finito a muro), Alonso e Sainz. Per lo spagnolo della Mclaren l’ennesima perdita d’olio che ha causato la prima bandiera rossa della giornata, mentre è un mistero la Renault, che ha fatto solo 4 giri.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: