È di pochi minuti fa la notizia che il pilota spagnolo parteciperà alla Indy 500 che si svolgerà il 28 Maggio.

Sono anni che la McLaren manca dalla Indy 500, ma quest’anno ci ritorna non solo con Honda, ma soprattutto con un pilota di eccezione come Fernando Alonso.
Il due volte campione del mondo di F1 riporterà la McLaren sulla pista di Indianapolis dopo ben 38 anni, grazie anche alla partnership con l’Andretti Autosport Team. La McLaren di Fernando sarà l’unica schierata dal team inglese, che, oltre al motore Honda, utilizzerà telaio Dallara Dw12, così come previsto da regolamento.
Il ritorno in IndyCar è stato fortemente voluto da Zak Brown, direttore esecutivo del gruppo McLaren, che ha fortemente voluto anche la partnership con il team Andretti:
“Se Fernando può vincere la Indy 500? Sicuramente si ritroverà a lottare: correrà con lo stesso team che ha vinto l’edizione 2016, con lo stesso motore Honda, ed è il migliore pilota del mondo. Direi che è una bella combinazione. Quindi direi che, si, combatterà per vincere.”
Eccitatissimo anche Fernando Alonso, che non ha mai nascosto l’interesse verso altre categorie.
“Sono immensamente eccitato. La Indy 500 è uno degli appuntamenti più belli del calendario globale, insieme solo alla 24h di Le Mans e il GP di Monaco. Non ho mai corso in una macchina da IndyCar, ma sono sicuro che mi abituerò subito. “ queste le parole dello spagnolo, che subito dopo il Gran Premio di Spagna volerà ad Indianapolis per provare la sua nuova McLaren-Honda-Andretti già dal 15 Maggio e che, chissà, potrebbe regalargli qualche soddisfazione.
“Sono orgoglioso di correre con il team Andretti,” ha continuato l’asturiano, “e l’obiettivo è quello di avere la ‘Tripla Corona’ (il Gp di Monaco, la Indy500 e la 24h Le Mans), obiettivo raggiunto solo da Graham Hill. Ho già vinto a Monaco due volte, ora proverò con la IndyCar. Non so quando gareggerò a LeMans, ma ho solo 35 anni, c’è tempo.”
La Indy500 si svolgerà il 28 Maggio 2017, in concomitanza con il Gran Premio di Monaco. Sarà l’unico della stagione che Alonso salterà, (dati i continui rumors sul suo abbandono in McLaren), per poi tornare al volante della MCL 32 a Montreal.
Sia Micheal Andretti che Zak Brown sono sicuri che Fernando, che in questa particolare occasione tornerà ad essere un rookie, si abituerà senza problemi a questa nuova sfida, così come è accaduto per il vincitore dell’edizione 2016.
Alexander Rossi, dopo la sua breve esperienza in Formula 1 con la Manor GP, ha portato a casa la vittoria della 100° edizione della Indy500 proprio con il team Andretti.
Alonso salterà una delle gare in calendario che molto probabilmente avrebbero fatto bene alla McLaren Honda, bisognosa di risultati positivi, visto l’inizio disastroso della terza stagione del binomio inglese- giapponese. Ma il nome di un top driver come Alonso è interessante anche per la Indy500, in cui una buona prestazione della McLaren Honda potrebbe risollevare la reputazione dei nipponici.
Atteso ancora l’annuncio per sapere chi prenderà il posto di Fernando Alonso per il GP di Monaco. Tutti gli indizi portano, ovviamente, a Jenson Button, ritiratosi a fine 2016, mantenendo però un ruolo di ambasciatore e sviluppatore per la McLaren. Ancora nessuna dichiarazione dalla McLaren, che annuncerà nelle prossime settimane, chi correrà a Monaco a bordo della MCL 32.

di Marika Laselva

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: