Vettel euforico dopo il trionfo a Silverstone: “Bello vincere a casa loro…”

L’inno italiano risuona a Silverstone dopo 7 lunghi anni. Sebastian Vettel ha ottenuto bottino pieno in terra inglese, spezzando l’egemonia storica della Mercedes e del suo campione in carica.
Vettel ha eguagliato le 51 vittorie di Alain Prost, allungando in classifica piloti. Il tedesco ora ha 8 punti di vantaggio su Hamilton e ha esploso la sua gioia al traguardo con un: “Grazie ragazzi, qui a casa loro… ah, ah, ah

Le parole, le risate del team radio, subito dopo la bandiera a scacchi, raccontano di una soddisfazione mondiale. Un trionfo meritato e sudato per Seb. Il sorpasso a 5 giri dalla fine su Valtteri Bottas rientra, di diritto, tra i più belli della sua carriera.

Sebastian Vettel Ferrari
Sebastian Vettel, 1° classificato

“E’ stata una bella battaglia, ho spinto come un pazzo. Non era facile passare Bottas e credo di averlo sorpreso. Sono contento, grazie al team che mi ha sostenuto. Oggi ero in ottime condizioni. Ero preoccupato all’inizio della gara, ma il collo è guarito – ha dichiarato Vettel – E’ stata una gara fantastica con un pubblico eccezionale che si sarà divertito. La partenza è stata molto importante, poi con Safety Car è stato tutto un po’ più difficile. Adesso portiamo la bandiera dell’Inghilterra a Maranello con un grande sorriso e finire la gara così è sempre speciale. La macchina è forte e va bene e questa è ancora più importante, per il mondiale però la strada è lunga”.

Un successo di squadra. Kimi Raikkonen, dopo aver scontato 10 secondi di penalità per il contatto con Hamilton, ha rimontato e ha chiuso sul terzo gradino del podio.

Kimi Raikkonen Ferrari
Le parole di Kimi Raikkonen

Senza la penalità sarei andato ancora meglio, ma è stato un mio errore e va bene così. Alla terza curva ho avuto un bloccaggio e ho colpito Lewis che si è girato. E’ stato un mio errore e a volte succede. non è stata una gara lineare. Sono tornato a lottare dando il massimo”.

Maurizio Arrivabene e le polemiche Mercedes

Vettel è stato un leone. Venire qui non era facile, sono inglesi dalla Mercedes alla Red Bull. Qui sono sempre stati fortissimi. Ora andiamo a casa di Vettel (in Germania) e vediamo di continuare a fare bene. Sono contento perchè tutti hanno lavorato molto molto bene in tutti i reparti. La penalità di dieci secondi ai danni di Raikkonen? Sinceramente non l’ho capita. Agli altri dicono che sono incidenti di gara, a noi danno le penalità. Ma oggi abbiamo vinto e va bene così”.

Nel post gara di Silverstone non sono mancate le frecciate tra i due team che si contenderanno il titolo mondiale fino all’ultima curva. Secondo Allison e Wolff i contatti in Francia e Gran Bretagna sarebbero maliziosi o il frutto dell’incapacità dei piloti Ferrari.

“Le Castellet siamo stati buttati fuori, questa è la seconda volta, tanti punti persi nel costruttori – ha dichiarato Wolff – per dirlo con le parole di James Allison  ‘è stato fatto deliberatamente o si tratta di incompetenza?‘ Questo è il nostro dubbio”.

Le polemiche poco British degli uomini Mercedes sui recenti contatti tra i piloti Ferrari e quelli del team tedesco alimentano una stagione che si preannuncia, sempre più, infuocata.

Davide Russo

I believe that everyone has a calling, motorsport is my true passion! Addicted to Formula 1 🏆 Formula E ⚡️ Automotive 🖊️ FIA Accredited. Follow me: Twitter | Linkedin