Dopo un anno da pilota di sviluppo in casa Ferrari, Daniil tornerà al volante come titolare il prossimo anno

A volte ritornano. Sembra proprio essere questo il caso di Daniil Kvyat, la cui storia in Formula 1 ha dell’incredibile a dir poco. Nel 2014 venne ingaggiato giovanissimo dalla Toro Rosso, che dopo una buona stagione gli permise il passaggio alla casa madre Red Bull, dove trovò come compagno di squadra Daniel Ricciardo. I risultati per il russo arrivano subito, con il secondo posto in Ungheria ed il settimo finale in campionato davanti all’australiano.

Il 2016 è invece un anno nero: Kvyat ottiene un altro podio, chiudendo terzo in Cina, ma la squadra lo retrocede nuovamente in Toro Rosso per favorire l’ascesa alla prima squadra di Max Verstappen. Da quel momento una stagione e mezza nel team di Faenza, che dopo il GP Usa 2017 decide di appiedare definitivamente il russo formando la nuova coppia Gasly-Hartley. Ora tutto è nuovamente cambiato e dal 2019 Daniil Kvyat tornerà in F1 proprio con la Toro Rosso, andando a sostiuire Pierre Gasly che è stato promosso in Red Bull.

Non è stato ancora chiarito chi sarà il compagno del russo la prossima stagione. Ultimamente si è parlato di una conferma di Brendon Hartley, che però non ha certo collezionato risultati tali da garantirgli un’ulteriore annata di permanenza nel circus.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: