La Porsche ha discusso a fondo con la Red Bull su un potenziale accordo del 2026, ma le due parti si sono allontanate esponenzialmente negli ultimi tempi.

“La premessa è sempre stata che una partnership sarebbe stata basata su un piano di parità, che avrebbe incluso non solo una partnership per il motore ma anche il team”, ha affermato Porsche in una dichiarazione. “Questo non è stato possibile. Con le modifiche finali alle regole, la serie di corse rimane comunque un ambiente attraente per Porsche, che continuerà a essere monitorata”.

L’Audi, invece, ha già confermato che sarà un fornitore di propulsori dal 2026, mentre si prevede che completeranno l’acquisizione della Sauber.

Con l’Audi già confermata, Wolff spera che un altro produttore come Porsche si unisca alla F1 nel prossimo futuro.

“Sicuramente sarebbe una grande cosa per la F1 se anche Porsche si unisse”, ha detto Wolff durante il weekend del GP d’Italia. “Hanno solo bisogno di capire se c’è un altro progetto interessante, se possono comprare una squadra. Se un marchio come Porsche, conosciuto in tutto il mondo, mette i propri soldi nel marketing per attivare la F1, tutti ne trarremo vantaggio e penso che questa sia la parte importante, non solo avere una squadra e gestirla, ma in tutti i mercati in cui corriamo. Grandi pubblicità, grandi campagne, mettere in evidenza il marchio, ecco perché avere questi grandi marchi in F1 è importante”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: