Nelle Libere 2 di SPa il monegasco fa il vuoto rifilando sei decimi a Vettel. Bottas ed Hamilton sono lontani mentre sorpende Perez che è quinto.

La Ferrari sembra confermare quelle che erano le aspettative della vigilia. Anche nella seconda sessione di prove libere sono state le due SF90 le vetture da battere, con Charles Leclerc che ha preso il comando delle operazioni girando in 1’44”123, staccando di oltre sei decimi il compagno di squadra Sebastian Vettel. La superiorità della rossa è stata evidente nel primo settore, dove la vettura più vicina è stata la Racing Point. Le Ferrari soffrono poi nella parte centrale della pista, per tornare poi al top nell’ultimo tratto.

All’inseguimento delle due vetture del Cavallino ci sono le Mercedes di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton. Le frecce d’argento pagano tantissimo nei tratti veloci, ma hanno dalla loro il motore nuovo che potranno sfruttare al massimo in qualifica. Il distacco dalla vetta è pesante nell’ordine degli otto decimi. Le Mercedes si sono dimostrate molto competitive sul passo gara, dove le Ferrari sono andate in difficoltà specialmente con Vettel. Leclerc ha tenuto un buon ritmo, ma non all’altezza delle W10. Seb non ha mai avuto il passo giusto e l’opzione più concreta appare quella di partire con la gomma media. Va ricordato che per domenica sono previste temperature più basse, dunque tutti questi discorsi potrebbero saltare improvvisamente.

Da sottolineare un fantastico Sergio Perez che ha portato la Racing Point in quinta posizione. Il messicano ha girato in 1’45”117, dimostrandosi in gran forma anche nel long run. La vettura rosa conferma così la sua ottima tradizione a SpaFrancorchamps, dove nel 2009 arrivò anche la pole con Giancarlo Fisichella ai tempi della Force India. Soffre invece la Red Bull targata Honda. Max Verstappen si è lamentato per tutta la sessione di una perdita di potenza, chiudendo con il sesto tempo in 1’45”394. Peggio ha fatto Alexander Albon, decimo con il miglior tempo di 1’45”771. Va sottolineato che anche l’olandese è stato molto competitivo con tanta benzina a bordo, arrivando molto vicino ai tempi Mercedes.

Settimo un eccellente Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Racing, tenendo dietro Lance Stroll e la Renault di Daniel Ricciardo. Non benissimo fino ad ora la McLaren: Carlos Sainz non è andato oltre l’undicesimo tempo, mentre Lando Norris è in quindicesima posizione. Negativa anche la prova di Haas e Toro RossoHonda: dodicesimo Grosjean, mentre è diciottesimo Magnussen. Per il team di Faenza quattordicesimo Daniil Kvyat, mentre è notte fonda per Pierre Gasly che è diciassettesimo. Male anche Antonio Giovinazzi che precede il francese. Chiudono le Williams di RussellKubica. Alle 12 di domani la terza sessione di libere.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: