La Ferrari fa sognare Monza.

Il Cavallino rampante ha dominato le qualifiche del Gran Premio d’Italia, occupando tutta la prima fila dello schieramento, cosa che non capitava addirittura dalla doppietta Schumacher-Barrichello del 2000. A stupire è stato però l’autore del miglior tempo, ovvero l’inatteso Kimi Raikkonen. Iceman ha tirato fuori un giro esaltante, con un capolavoro nel terzo settore. In 1’19”119 ha sbriciolato il record della pista di Montoya. Come media è il giro più veloce nella storia della Formula 1.

Segue la sintesi delle qualifiche di Giovanni Messi e l’analisi tecnica dell’Ing. Aimar Alberto

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: