E’ interessante andare a valutare la classifica Costruttori dopo 3 GP paragonandola a quella dello scorso anno nello stesso periodo, sempre poco prima si svolgesse il Gp della Russia; in alcuni Team sono cambiati i Piloti e comunque le vetture stesse sono profondamente differenti da quelle del 2016, eppure in questo raffronto c’è qualcosa che è stabile e che dimostra come il background tecnico che ogni Scuderia possiede, nonostante il cambio regolamentare, rimane a supportare le prestazioni future, come è infatti accaduto in questo inizio di Campionato per molte Squadre ma non per tutte; di fatto ci dovrebbe essere una evoluzione, che però c’è anche per gli avversari; hanno avuto molta importanza i ritiri in questa prima fase; alcuni per normali lotte in gara, altri per pericolosi problemi di affidabilità. Diamo un’occhiata al grafico relativo al punteggio.

FERRARI; è la Scuderia che è migliorata di più rispetto al 2016; tuttavia ci sono da rimarcare alcune considerazioni, in Australia 2016 Raikkonen dovette ritirarsi, mentre in Bahrain Vettel non prese parte alla gara per il guasto durante il giro di schieramento; dato che la vettura sembrava poter ambire, nelle prime 3 gare, ad un 3° o un 4° posto, possiamo affermare che la sua classifica sarebbe stata migliore di circa 25-30 punti e quindi trovarsi intorno alla quota 85; di contro in questa stagione non è mancato l’apporto di Raikkonen che arrivò 2° e 5° nel 2016 ed ha collezionato due 4° posti ed un 5° nel 2017; piuttosto è mancato, visto che la Ferrari è molto competitiva, nel togliere punti ai rivali della Mercedes.

MERCEDES; all’appello le mancano 15 punti rispetto al 2016; di fatto è molto stabile nel rendimento considerando che il Pilota Campione del Mondo si è ritirato  e che al suo posto è subentrato Bottas, il quale si è rivelato, quasi a sorpresa, competitivo in qualifica; mentre in gara ha dovuto far passare per ben 2 volte in 3 GP il compagno di Squadra; in Australia invece, era più veloce ma gli è stato intimato di non sorpassare Hamilton; nel 2016 Rosberg aveva vinto le prime 3 gare mentre Hamilton quest’anno 1 sola con due 2° posti. Questo valorizza Bottas che si sta rivelando una ottima 2° guida capace di portare punti in cassa anche con una Ferrari molto più aggressiva con Vettel piuttosto che con Kimi.

RED BULL; stabilità per la casa delle ‘lattine’ i Piloti sono rimasti gli stessi e la differenza punti è a quota 10; pesa in questo confronto il doppio ritiro, prima di  Ricciardo in Australia e poi di Verstappen in Bahrain, nel 2016, nelle prime 3 gare; ci fu la sola defaillance di Kvyat che non prese parte al GP dell’Australia; l’affidabilità in questo inizio di stagione si sta facendo sentire ed all’appello mancano circa 20 punti, obiettivo quindi intorno ai 70 che poteva ampiamente essere alla portata di Red Bull; la quale, ricordiamolo, è orfana delle sospensioni ‘miracolose’ della seconda parte del 2016.

FORCE INDIA; il 2016 non iniziò molto bene per il Team, nessun ritiro ma pochissimi punti, il quale però seppe rifarsi ampiamente nella seconda metà della stagione; quest’anno invece la Squadra è andata sempre a punti con entrambi i Piloti, Ocon ha ottenuto 3 volte il 10° posto e Perez due 7° ed un 9°; se il Team dovesse ripetere il trend della stagione 2016 potrebbe dare del filo da torcere alla Red Bull, sempre che quest’ultima non riesca ad uscire dal pantano in cui si è cacciata dovendo sostituire le sospensioni.

WILLIAMS; pesa tantissimo sul rendimento della Scuderia Inglese il triplo ritiro di Stroll, mentre nel 2016 sia Bottas che Massa sono andati regolarmente a punti nelle prime 3 gare; di fatto, per ora, il ‘peso’ Scuderia è tutta sulle spalle del Brasiliano il quale si deve difendere da solo dagli attacchi degli avversari. Stroll ha portato denaro e bisogna aspettare che faccia esperienza, tuttavia c’è bisogno del suo apporto immediato altrimenti la Williams rischia di essere risucchiata nello scontro con Toro Rosso ed Haas; insomma Massa si potrebbe ritrovare a combattere contro ben 4 Piloti.

TORO ROSSO; anche su questo Team pesano i ritiri nel confronto con il 2016; lo scorso anno Sainz lasciò anzitempo la gara del Bahrain, entrambi i driver, Verstappen e lo stesso spagnolo andarono però a punti nelle prime 3 gare; in questa stagione invece i due ritiri, Kvyat in Cina e Sainz sempre in Bahrain danno la dimensione della differenza col 2016; all’appello mancano almeno 10 punti, una quota tale da portarli a ridosso della Williams.

HAAS; nel 2016 rimanemmo tutti sorpresi dai risultati della Scuderia Americana al suo debutto, un bellissimo 6° posto di Grosjean in Australia, e poi la 5° casella in Bahrain; tuttavia si dovrebbe crescere soprattutto dopo un debutto, e accumulare quindi esperienza e background tecnico; la Haas si è dovuta ritirare 2 volte nel 2016 e ben 3 volte nel 2017, per ora Magnussen ha ottenuto gli stessi punti di Grosjean, mancano all’appello quei 5-8 punti che avrebbero consentito al Team USA di ripetere i risultati del 2016.

RENAULT; il Team Francese non andò mai a punti nelle prime tre gare del 2016 e subì un ritiro; in questa stagione un solo ritiro con Palmer e una sola volta a punti con Hulkenberg; c’è da sottolineare un miglioramento ma relativo solo al Pilota Tedesco, mentre il suo compagno di Squadra sembra fare più fatica; c’è ancora molto da lavorare se si vuole superare la Haas.

MC LAREN; nel 2016 Vandoorne portò a casa l’unico punto della stagione in Bahrain quando sostituì Alonso; per il resto vi furono 2 ritiri nelle prime tre gare; quest’anno ben 3 ritiri in gara e Vandoorne costretto a restarsene al muretto in quanto proprio in Bahrain non ha potuto neppure partire; una inversione di tendenza molto grave soprattutto per il motorista, la Honda che sembra essere in un vortice senza fine…

SAUBER; al suo 25° anno in F1 è diventata la cenerentola del circus dopo il ritiro della Manor; nel 2016 comunque un solo ritiro nelle prime tre gare; quest’anno invece ben 3 ritiri, una del rookie Giovinazzi e due di Ericsson; non un buon inizio per il Team Svizzero che dovrà lottare con le unghie per portare a casa qualche punticino nella stagione.

Marco Asfalto

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: