Modifiche alle camere di combustione (noi Vecchi che frequentiamo i garage da anni le chiamiamo camere di scoppio), cielo dei pistoni e agli alberi a camme, insomma uno step evolutivo che anche noi ci aspettavamo al prossimo GP, ma si è voluto affrettare i tempi soprattutto in vista di un’estate che sarà molto ma molto calda, ma non solo un diverso approccio nella taratura delle sospensioni posteriori riguardanti soprattutto la ricerca di un diverso assetto rispetto a quanto si provava in precedenza, e poi anche qualcosa di nuovo che riguarda la mappatura, insomma tutti questi piccoli o grandi aggiornamenti dovrebbero regalare alla Ferrari i tanto conclamati e soprattutto cercati 30 cv di potenza potendo così utilizzare al meglio le caratteristiche del combustibile Shell studiato già da inizio stagione per questa conformazione della parte termica. E poi anche e soprattutto una migliore gestione della potenza, e questo è stato ed ancora è in parte il Tallone d’Achille di questa Vettura ed anche di quella precedente. Facce tranquille e sorridenti ai box, l’atteggiamento tipico di chi si sente forte e la sa molto lunga;  tokens utilizzati nel più assoluto riserbo tanto che lo stesso Maurizio Arrivabene aveva detto un ‘niet’ prima di Montecarlo a tal proposito anche se, in tempi non sospetti, cioè un mese e mezzo orsono Helmut Marko parlò di PU evoluta che la Ferrari avrebbe portato in Canada, viene da pensare a come facciano in Red Bull a sapere sempre tutto prima di tutti, gole profonde in seno alla Federazione o un minuzioso lavoro di investigazione? Non lo sapremo mai, fatto sta, e questo è confortante rispetto al passato, che la Rossa sta mettendo in campo tutto quello che può in tempi rapidissimi, con una gestione degli Uomini e dei mezzi veramente oculata e non solo in vista del 2016, ma anche per essere subito competitiva e cercare di strappare qualche GP alla Corazzata Tedesca che sta cominciando a rendere noioso il Campionato, anzi diciamo che loro stessi stanno in qualche modo ravvivandolo con errori di strategia, vedi Montecarlo, e con le piccole sbavature di Montreal (Hamilton che va a muro è di per se una notizia nella notizia…); riflettiamoci, se non fosse per la Ferrari e per il grande impegno di Maranello a che tipo di stagione avremmo assistito? E che audience avrebbe avuto la F1 in questo 2015? Onore agli Uomini ed alle Donne in Rosso che tanto stanno facendo per essere competitivi e per onorare il vero Spirito della Competizione, ricordando, come diceva il Grande Senna, che l’idea di partecipare senza poter aspirare a Vincere è semplicemente assurdo per definizione…

Vedremo questa sera nelle qualifiche cosa accadrà, nonostante sul giro secco le Mercedes siano ancora imprendibili, però il passo della Ferrari sembra veramente notevole, e Domani in gara ne potremmo vedere delle belle…

Marco Asfalto

A proposito dell'autore

Post correlati

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: