Ricciardo sigla il nuovo record della pista e precede Verstappen. Alle loro spalle è sfida Ferrari-Mercedes

La Red Bull ha dominato in lungo e in largo il giovedì di Monte Carlo. Le RB14 hanno monopolizzato una virtualissima prima fila in entrambe le sessioni prove libere, con Daniel Ricciardo a farla da padrone sul compagno di squadra Max Verstappen. L’australiano è stato l’unico a scendere sotto al piede dell’1’12”, ottenendo il nuovo record nel Principato in 1’11”841 che gli vale il comando della classifica di oggi.

Il secondo posto è dell’olandese, dominatore della prima ora della sessione fino a quando Daniel non ha deciso di attaccare veramente. 1’12”035 il tempo che permette a Max di completare l’1-2 delle Red Bull, apparse davvero in grande spolvero soprattutto sulla simulazione di qualifica che qui a Monaco è la cosa più importante.

Buone notizie in casa Ferrari. Dopo una mattinata non certo esaltante, Sebastian Vettel ha portato la SF71-H #5 in terza posizione con un ritardo comunque consistente, superiore al mezzo secondo dal battistrada. La nota positiva è un eccezionale passo gara, sia con le HyperSoft che con le UltraSoft. Seb si è dimostrato a suo agio con il carico di carburante sin dall’inizio della sua simulazione, dimostrando come la rossa possa giocarsela ad armi pari con la concorrenza tra le stradine di Monte Carlo dopo le difficoltà di Barcellona. Quinto Raikkonen, staccato di poco più di un decimo da Seb.

Leggermente più in difficoltà rispetto alla prima sessione sono apparse le Mercedes. Lewis Hamilton ha ottenuto il quarto tempo, con ben 7 decimi di ritardo da Ricciardo ma vicino a Vettel. Sesto Valtteri Bottas, molto più in sintonia con la W09 rispetto alla mattinata. Almeno in questa sessione, le frecce d’argento non sono sembrate al livello delle Ferrari in simulazione gara ma non troppo distanti dalle Red Bull. Hamilton ha montato anche le SuperSoft nel finale con dei buoni riscontri.

Alle spalle dei top team si sono situate le Renault e le Mclaren, le quali si sono adattate bene al tracciato monegasco. Il settimo tempo è di Nico Hulkenberg, proprio davanti alle MLC32 di Vandoorne ed Alonso. La top ten è stata completata dall’altra Renault di Carlos Sainz, un pò più in crisi rispetto a questa mattina.

Continua ad andar molto forte su questa pista Brendon Hartley, che ha portato la sua Toro Rosso-Honda davanti alle Force India di Perez ed Ocon e al compagno di squadra Gasly. Anche in casa Williams sembra esserci una netta differenza tra compagni di squadra, con Sirotkin quindicesimo che rifila ben quattro decimi a Stroll che è solo penultimo. In grossa difficoltà le Haas con Magnussen e Grosjean in sedicesima e diciottesima piazza. Nel mezzo Leclerc con l’Alfa Romeo-Sauber, chiude la classifica Ericsson con la vettura gemella.

 

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: