Dopo ben due stagioni in cui l’Audi è stata ai massimi livelli nel Campionato Italiano GT (2 secondi posti nel 2014/2015) nel 2016 le aspirazioni del Team vanno ancora oltre perché in palio c’è il Titolo e l’esordio in Gara 1 è stato dei migliori; prima apparizione e vittoria conquistata sul campo, anzi in pista dovremmo dire; la Vettura dei 4 anelli partiva nella casella n. 3 a circa 3 decimi dalla vetta; tempo stampato sul cronometro dal Pilota Filipe Albuquerque che si è classificato in 2° fila con il timing di 1:47.298 ma che ha staccato il miglior tempo nel 3° settore quello della variante Ascari e della parabolica per intenderci; un tratto dove potenza e percorrenza nelle curve veloci fa la differenza; ottima prestazione del Pilota Portoghese che vanta molte esperienze nel DTM e in Le Mans European Series; buona la partenza lanciata e ottimi giri fino al cambio Pilota; ricordiamo che alcuni di questi sono stati effettuati in regime di safety-car, ecco i dettagli del 1° stint senza i giri dietro la macchina di sicurezza, da notare come il timing scende in maniera costante dal 8° al 12° giro, Filipe tiene bene la posizione lasciando la vettura a Marco Mapelli in 3° posizione

audi_race_1

Quando Mapelli sale in vettura sorpassa immediatamente la vettura n. 11 (Easy Race Ferrari 488) al giro 15 e poi inizia una escalation veramente notevole segnando il miglior tempo in pista nelle tornate 19-20-22-24-26 ecco i tempi del 2° stint

audi_race_2

Da notare l’ottima gestione delle gomme, con tornate meno ‘forzate’ alternate a giri a massima performance; sulla linea del traguardo Marco Mapelli arriva con 5.379 sec. di vantaggio sul 2° classificato (Mirko Bortolotti Imperiale Racing), momenti di gioia nel box dell’AUDI Sport Italia per un esordio al fulmicotone.

In gara 2 le cose sono andate diversamente benché Marco Mapelli avesse ottenuto la Pole Position con un ottimo tempo 1:47.259  staccando di 3 decimi i diretti avversari, nel caso specifico Stefano Gattuso Campione in carica in forze alla Ombra Srl ( Lamborghini Huracan), si parte con moltissime incognite, vista la tanta acqua in pista e dietro la safety-car, Marco rimane al comando con medie intorno al 2:04 riuscendo a staccare le altre vetture con una buona progressione fino al cambio Pilota effettuato alla tornata n. 12; c’è da scontare la penalità per la Vittoria in gara 1 e nonostante questo Filipe Albuquerque che ha sostituito Mapelli; si ritrova comunque in 2° posizione, segna un ottimo 2:04 alla tornata 14 e sorpassa la macchina n. 25 della coppia Agostini-Di Folco (Antonelli MotorSport) mettendosi al comando e ipotecando virtualmente il 2° successo del week end; tuttavia il primato dura solo un giro (17°) perché poi la foratura della gomma posteriore sinistra (pressioni non corrette o detriti in pista…) lo costringerà ad un pit stop che lo porterà ad essere 9° sotto la bandiera a scacchi; unica soddisfazione aver fatto il giro veloce alla tornata n. 23 con il timing di 2:02.445. Al prossimo appuntamento di Imola l’equipaggio dell’Audi non avrà nessuna penalità da scontare mentre i diretti avversari Mirko Venturi-Stefano Gai e Mirko Bortolotti-Jeroen Mul dovranno subire lo stop cronometrico da regolamento. Dopo questo week end la coppia Piloti di Audi Sport Italia occupa la 3° posizione in classifica Conduttori a soli 10 punti dalla vetta.

audi_2 audi_3

Marco Asfalto

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: