F1 – Il 2022 di Charles Leclerc è stato fatto di alti e bassi, come la vita di praticamente tutti, perché nonostante la Ferrari sia tornata competitiva dopo un periodo particolarmente complicato è altrettanto vero che la rossa avrebbe davvero potuto vincere il campionato di Formula 1, ma alcune sfortune ed errori da parte di un po’ tutto il team (dai piloti agli strateghi) non hanno consentito alla squadra di Maranello di spiccare il volo in solitaria verso la conquista del mondiale e con una Red Bull sempre in agguato la possibilità di arrivare primi a fine stagione è andata in fumo, come i motori Ferrari tra Barcellona e Baku.

Proprio Leclerc, analizzando la sua passata stagione di F1 in Ferrari ha detto:

“Rispetto alla scorsa stagione abbiamo fatto un grande passo, abbiamo fatto un lavoro incredibile. Non credo che molti ci ritenessero in grado di vincere. Al tempo stesso non siamo stati perfetti, per esempio in termini di strategia. Se guardo l’intera stagione, penso che avessimo le prestazioni per vincere molto di più, lottando per il titolo. Gli aggiornamenti arrivati a Barcellona hanno reso la Ferrari l’auto più veloce, ma non ne abbiamo approfittato”

“Sono molto critico con la squadra. Non sono un pilota che critica aspramente davanti a tutti, ma nelle riunioni interne cerco di spronare tutti. È il mio lavoro. Se commetto errori o se lo fa il team, bisogna intervenire. Devono farmi dire quello che penso. Ma anch’io devo crescere sotto piccoli aspetti”. Infine una riflessione sul 2023: “Serve velocità sui rettilinei per contrastare la Red Bull. E penso che anche Mercedes possa essere della partita”.

A proposito dell'autore

Post correlati

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: