Ancora scintille fra Lewis Hamilton e Max Verstappen, a due settimane dall’incidente che li ha coinvolti nel gran premio di Monza. A Sochi, nel week-end del gran premio di Russia, durante la conferenza stampa, i due si sono pizzicati a distanza rilanciando la sfida mondiale. Il britannico ha fatto riferimento alla pressione che sente il suo avversario, non abituato alle battaglie iridate. Immediata la rispotta dell’olandese: “Pressione? Sì, sono così nervoso che riesco a malapena a dormire. Voglio dire, è veramente orribile lottare per un titolo. Lo odio davvero” ha scherzato Verstappen, in merito al testa a testa iridato.

Se qualcuno mi conosce sa che sono molto rilassato su tutte queste questioni. Davvero, non ne vengo per nulla disturbato. Sono molto rilassato. Avere una macchina che ti permette di lottare per la vittoria in ogni pista in cui vai è la miglior sensazione di sempre non importa se sei in testa al campionato o no”.

Quei commenti dimostrano solo che lui [Hamilton] non mi conosce davvero – ha voluto rimarcare Verstappen – il che va bene. Voglio dire, anche io non ho bisogno conoscere come sia lui, completamente. Mi concentro solo su me stesso e mi diverto davvero là fuori a competere lì davanti. Speriamo di poterlo fare per molto tempo”. Infine, interrogato su un eventuale cambio di approccio nei duelli con Hamilton dopo gli ultimi incidenti, il portacolori della Red Bull ha ancora una volta risposto a tono. “Penso che dipenda da entrambe le parti, no? Non sono solo io che sono coinvolto, quando battagliamo l’uno contro l’altro“.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: