Secondo alcuni sarebbe pronto il ritorno di Simone Resta dalla Sauber, mentre potrebbe addirittura arrivare Nicholas Todt a capo della Gestione Sportiva

Il disastroso inizio di stagione della Ferrari sta dando il là a numerose voci, le quali vedono pronta una vera e propria rivoluzione a Maranello per riportare le rosse al top nel mondiale di Formula 1. La stagione 2019 sembra già andata quando siamo soltanto alla vigilia di Monte-Carlo, a causa delle cinque doppiette Mercedes contro gli appena tre podi messi assieme dal Cavallino.

La notizia che, se dovesse essere confermata in futuro avrebbe del clamoroso, è quella che riguarda un eventuale ritorno del nome Todt in Ferrari. Infatti, Nicholas ( figlio del presidente della FIA Jean) è il manager di Charles Leclerc e Mick Schumacher, non ha nascosto i suoi malumori dopo l’ordine di squadra inflitto in Cina al monegasco. Secondo quanto detto dall’ingegner Coppini, direttore di FormulaPassion, Nicholas potrebbe entrare a far parte del Reparto Corse, sotto l’attenta regia di papà Jean. Restano ovvimente solo delle voci, cose che comunque potrebbero trasformarsi in realtà qualora questa situazione si aggravasse ulteriormente.

Sempre sulle colonne di FormulaPassion, si è letto in mattinata che la Ferrari avrebbe richiamato l’ingegner Simone Resta a Maranello dopo un anno passato in Sauber. Egli fu spostato in Svizzere da Marchionne, dato che il suo piano voleva la crescita della Sauber per poi trasformarla in uno junior team Ferrari sotto la denominazione Alfa Romeo, cosa che poi è avvenuta. La notizia del suo ritorno era stata anticipata un paio di giorni fa dall’ex addetto stampa Alberto Antonini, ma la conferma ancora si fa attendere. Certo è che tutte queste voci non fanno bene all’ambiente Ferrari e a chi ci lavora, soprattutto in un momento difficile come questo dove a Maranello si arranca mentre la Mercedes è tranquillamente in controllo della situazione.

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: