L’evoluzione della W13 introdotta dalla Mercedes nel primo giorno di test a Sakhir non ha inquietato il campione del mondo in carica.

Il grande tema della prima giornata di test ufficiali della F1 a Sakhir è stata certamente la grande evoluzione della W13 portata in pista dalla Mercedes. La Stella ha infatti presentato una vettura rivoluzionata a livello delle pance, che sono praticamente scomparse per ridurre al minimo la resistenza all’avanzamento e hanno scatenato un dibattito all’interno del paddock, che si è interrogato sulla legalità di una soluzione così estrema ed innovativa. Mattia Binotto ha puntato direttamente il dito contro una delle soluzioni più criticate, ossia gli specchietti, che per regolamento non dovrebbero avere alcuna funzione aerodinamica. Christian Horner, citato da Auto Motor und Sport, ha immediatamente messo in dubbio la regolarità della vettura realizzata a Brackley, affermando che “viola lo spirito dei regolamenti e secondo noi alcune sue parti non sono legali”. Il più tranquillo di tutti è sembrato Max Verstappen, che ha sottolineato come a questo punto della stagione il focus non debba rimanere verso il proprio lavoro.

pance mercedes

“Non sono preoccupato dalla Mercedes.” – ha affermato l’olandese durante la conferenza stampa del Day 1 di Sakhir – “Possiamo solo concentrarci sui noi stessi. Anche lo scorso anno ho ripetuto spesso questa cosa, e questa stagione non fa differenza anche se le macchine sono un po’ diverse. Ci sono un sacco di elementi che ancora dobbiamo scoprire e moltissime cose da imparare, quindi non sono affatto allarmato. La priorità è portare a casa quanti più giri possibile e capire al meglio la vettura. Alla fine tutto ruota intorno a cercare di capire la macchina, provare assetti diversi anche per prepararsi ad altre piste e cercare di capire e correggere eventuali problemi”.

Scrivi

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: