L’equilibrio regna sovrano in Bahrain. Verstappen comanda le libere 2 a Sakhir, ma McLaren e Mercedes sono vicine. Quarta la Ferrari di Sainz a meno di tre decimi, indietro Leclerc.

La prima giornata di prove in Bahrain ci ha regalato uno scenario davvero entusiasmante per il futuro del week-end. Le libere 2 di Sakhir hanno visto la conferma di Max Verstappen e della Red Bull targata Honda, piazzatasi davanti a tutti con gomma Soft in 1’30”847. L’olandese ha confermato quanto mostrato in mattinata su una RB16B davvero in palla, forse la monoposto più stabile del lotto sino ad ora. Continua a stupire la McLaren di Lando Norris, secondo ad appena 95 millesimi dal battistrata ed in grado di candidare la vettura di Woking ad un risultato importante.

La prima Mercedes è in terza piazza con Lewis Hamilton, staccato di 235 millesimi ed ancora in cerca del bilanciamento migliore per la sua W12. Solo quinto Valtteri Bottas, alle spalle di quella che è stata la sorpresa di giornata, ovvero Carlos Sainz. Lo spagnolo ha condotto la Ferrari in seconda fila virtuale, girando in 1’31”127 e dimostrandosi tra le monoposto più veloci sui rettilinei. C’è di mezzo una scia o la SF21 ha risolto i problemi di drag del 2020? Il futuro del fine settimana ce lo dirà, ma l’inizio è senz’altro positivo. Solo dodicesimo Charles Leclerc che ha accusato problemi di traffico nel suo tentativo di qualifica, ma probabilmente non si aspettava un compagno di squadra subito così pimpante.

Sesto Daniel Ricciardo, seguito a ruota dall’AlphaTauri di un fantastico Yuki Tsunoda. L’esordiente giapponese è riuscito a precedere l’Aston Martin di Lance Stroll ed il compagno Pierre Gasly, mentre Sergio Perez con l’altra Red Bull chiude la top ten. Molto male l’Alpine, undicesima tra le mani di Esteban Ocon e solo quindicesima con Fernando Alonso. Giornata difficile per Sebastian Vettel, subito davanti all’asturiano e protagonista di un errore all’ultima corsa nel corso del time attack. Tra Leclerc ed il tedesco c’è l’Alfa Romeo Racing di Antonio Giovinazzi, mentre Kimi Raikkonen è dietro alla Williams di George Russell dopo una sessione problematica. Nelle fasi iniziali il finlandese ha perso il posteriore all’uscita dalla seconda curva, andando ad urtare con muso e posteriore contro le barriere. Iceman è poi tornato ai box riparando i danni, ma perdendo tempo prezioso. In chiusura le Haas di Mick Schumacher e Nikita Mazepin, divise da Nicholas Latifi. Alle 13 di domani le ultime libere.

 

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: