Per Carlos Sainz jr. è finalmente giunto il grande momento dopo essere passato in Ferrari: è pronto a lasciare il segno e scrivere un nuovo capitolo in questo sport per la Spagna

Quando Fernando Alonso ha fatto il suo debutto in Ferrari nel 2010, Carlos Sainz aveva appena iniziato a gareggiare su monoposto, sognando un giorno di emulare il suo eroe della Formula 1. Poco più di un decennio dopo, diventerà il terzo spagnolo a correre per il Cavallino Rampante. Il due volte campione del mondo ha ispirato Sainz ad inseguire il suo sogno di diventare campione, dopo averlo incontrato nel 2005. Da allora Sainz ha rapidamente scalato la scala del motorsport aiutato dal sostegno della Red Bull. Il madrileno ha, infatti, debuttato in F1 con la Toro Rosso 10 anni dopo aver trionfato ai titoli in Formula Renault 2.0 e 3.5

I due piloti si sono scontrati per la prima volta in pista quando Sainz guidava per la stessa scuderia di Alonso. Dopo un breve periodo alla Renault, Sainz è passato dal nido Red Bull per unirsi alla McLaren, in sostituzione del suo connazionale. Alonso aveva dato il suo “primo” addio dopo la frustrazione per la mancanza di progressi della squadra, alla fine del 2018. 

Si ritroveranno ancora una volta sulla griglia di F1 quest’anno, con Alonso che tornerà per un terza volta nel team rinominato Alpine. Sainz, invece, si è guadagnato la meritata opportunità di guidare per la Ferrari, dopo due stagioni eccezionali in McLaren. 

“Non si possono paragonare le carriere dei piltoti”

Titoli di campionato e vittorie a parte, le loro carriere hanno condiviso alcuni episodi curiosamente simili. Episodi che il neo Ferrarista descrive semplicemente come “coincidenze”, prendendo subito le distanze da ogni paragone con un pilota che ammira così tanto. Piuttosto che cercare di seguire l’esempio di Alonso, Sainz è determinato a intraprendere la sua carriera in F1 a modo suo. Il suo obiettivo è scrivere il suo nome nell’albo d’oro di questo sport, accanto ai più forti.

È complicato perché sono già stato in Renault ma non ho vinto due campionati del mondo“, ha scherzato Sainz quando gli è stato chiesto da Crash.net quanto vorrebbe emulare i livelli di successo di Alonso, ora che ha gli strumenti per dimostrare di essere uno dei migliori al mondo. “Penso che le carriere siano sempre impossibili da confrontare, perché non ti unisci alle squadre nello stesso momento, sono tempi completamente diversi, rivali completamente diversi, tutto. Ma quello che so è che un giorno voglio lottare per un campionato del mondo e voglio mettermi in quella posizione il più velocemente possibile e il prima possibile, perché mi sento pronto per la sfida.

Telegram

Instagram https://www.instagram.com/newsf1.it/
Pagina https://www.facebook.com/notizief1
Twitter : https://twitter.com/Graftechweb
Leggi il libro di Aimar Alberto https://amzn.to/3rzWb6

A proposito dell'autore

Cresciuto nel mito di Schumacher e della "rossa", appassionato di F1 e di motori, Copywriter e Marketer. Follow me: Linkedin: @Michele Cozzola

Post correlati

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: