Leclerc e Sainz concludono il GP d’Olanda rispettivamente al 5° e 7° posto non riuscendo mai ad impensierire Gasly che ha ottenuto uno strepitoso 4° posto.

Una gara sottotono per i due piloti della Ferrari. Charles Leclerc riesce ad ottenere il quinto posto nel GP d’Olanda senza mai lottare serratamente col pilota dell’Alpha Tauri, Pierre Gasly. Il pilota monegasco, al termine della gara, ha pagato un ritardo di 4 secondi da Gasly e ben 35 secondi dal podio riuscendo ad ottenere solo 10 punti, validi per scavalcare il suo compagno di squadra nella classifica piloti.

Non era proprio possibile superare Pierre [Gasly] – aggiunge amareggiato Leclerc – Abbiamo allungato il primo stint per avere delle gomme più fresche sul finale di gara, ma non ci aspettavamo che le loro gomme durassero così a lungo. Ci abbiamo provato con le hard, ma nulla da fare. Alla partenza sono stato molto cauto perché non volevo rovinare quel che abbiamo fatto ieri. Abbiamo guadagnato punti sulla McLaren e questo era l’obiettivo. Non sono mai contento di concluder al 5° posto ma, tuttavia, è stata una prestazione positiva oggi“.

Prossimo round, Monza. Il pilota monegasco non vede l’ora di gareggiare in Italia ed aggiunge: “È stato bello gareggiare con un pubblico del genere, ma Monza avrà sempre un pubblico ancora più speciale. Per noi quest’anno non sarò facile ma arrivare al circuito e sentire così tanto sostegno non può farci che bene. Daremo il massimo e vedremo come andrà“.

Carlos Sainz Jr. è stato autore di una gara sottotono. Forse la più brutta da quando è approdato a Maranello. Durante tutto l’arco della gara ha sempre faticato con le gomme rispetto al suo compagno di squadra tanto da farsi superare dall’Alpine di Alonso nelle ultime tornate di gara. Lo spagnolo ha concluso il GP con 30 secondi di ritardo da Leclerc e ottenendo così dei magri 6 punti.

È stata una gara estremamente difficile. – ha affermato Sainz – La macchina scivolava molto, le gomme si degradavano in fretta sin dal primo giro. È la prima volte che accade. Avrei voluto attaccare ma lo scarso grip che aveva la macchina mi ha frenato. Ho dovuto guidare sulla difensiva. Peccato per la posizione persa con Fernando [Alonso]. Prossimo step: Monza. Sarà un weekend speciale. Voglio divertirmi, ma prima devo studiare: non voglio ripetere davanti ai Tifosi ciò che è accaduto oggi.

Come detto da Charles, l’obiettivo della Ferrari per questo weekend era mantenere il terzo posto nel titolo costruttori ed aumentare il vantaggio dalla McLaren. Così è stato: la Ferrari si porta a casa ben 16 punti mentre la McLaren racimola solo 1 punto preso ancora da un favoloso Lando Norris. In conclusione la Ferrari allunga di di 15 punti raggiungendo così quota 181.5 contro i 170 della McLaren nella classifica costruttori. Next stop: Monza.

Formula 1 - Notizie F1, News Auto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: