Seb ha concesso un’intervista ad Autosport, nel quale parla del delicato periodo che dovrà affrontare la Ferrari in vista del proseguimento della stagione

Il 2019 non poteva cominciare peggio per Vettel e la Ferrari. Hamilton e la Mercedes sono già in fuga nelle classifiche iridate, con tre doppiette messe a segno contro appena due terzi posti ottenuti da Seb e da Leclerc. Visti i risultati non ci si aspettava di certo un calvario del genere, con la SF90 che è risultata competitiva soltanto in Bahrain, mentre ha potuto soltanto leccare le briciole in Australia ed in Cina. Nico Rosberg ha anticipato durante il week-end di Shanghai che sulla Ferrari sarebbe pronto l’arrivo di una nuova ala posteriore, indiscrezione confermata da Mattia Binotto. Questo fa capire che qualche problemino di aerodinamica su questa vettura è presente, mentre la W10 creata a Brackley marcia come un orologio.

Vettel ha concesso un’intervista ad Autosport, nel quale parla del travagliato inizio di stagione e di come a Maranello si stia lavorando per tentare di risolvere il problema: ”La nostra è una vettura forte, ma ancora non siamo in grado di mostrare quanto possa andare realmente veloce. Non posso certo dire di essere soddisfatto del nostro inizio – continua Sebastian – ma abbiamo avuto condizioni differenti da una gara all’altra, anche dai test. Pian piano stiamo iniziando a capire quello che ci serve, per liberare pienamente il nostro potenziale. Le prossime due settimane saranno fondamentali per il nostro sviluppo, per riuscire realmente a capire quello che potremo fare da qui sino alla fine della stagione”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: