F1 I Montmelò, day 2 ore 13: Magnussen in vetta con la Haas, Fuoco gira con la Ferrari

Il danese svetta davanti a Raikkonen e Leclerc. Mazepin debutta sulla Mercedes

Seconda ed ultima giornata di test sul tracciato del Montmelò. Al comando in mattinata si trova Kevin Magnussen sulla Haas, autore di un tempo in 1’18”102. Per il danese sono 29 le tornate inanellate. I tempi sono alti rispetto a ieri, dato che Bottas era andato addirittura a sfiorare la pole con la sua Mercedes. Al secondo posto c’è l’Alfa Romeo Racing di Kimi Raikkonen, staccato di quasi mezzo secondo con un miglior tempo in 1”18”578 e 26 giri percorsi.

Terza piazza per la prima Ferrari, quella di Charles Leclerc. Il monegasco è stato molto attivo, mettendo a referto 45 passaggi, il migliore dei quali in 1’18”666. Charles sta lavorando sulle gomme Pirelli 2020, dunque si sta limitando a prove rivolte al futuro e non agli sviluppi della monoposto attuale. Quarta piazza per Nicholas Latifi, al volante della Williams in 1’19”402. Segue l’altra rossa, sulla quale è sceso in pista per la prima volta in stagione Antonio Fuoco. Su questa Ferrari si sta lavorando alacremente, visto che è stata interamente ricoperta di sensori per accelerare lo sviluppo. Per ora non ha cercato il tempo, visto che è solo quinto in 1’19”821, con 28 giri completati.

Segue il giovane Jack Aitken, al volante della Renault, accreditato del sesto posto in 1’20”684. Solo settima la Mercedes, affidata a Nikita Mazepin. Per il russo si tratta del debutto assoluto al volante della freccia d’argento, che non è andato oltre un 1’20”769. Mazepin è stato però il più attivo della mattinata, avendo inanellato ben 49 tornate, dimostrandosi subito a suo agio con la monoposto.

Alle sue spalle Lance Stroll sulla Racing Point, mentre la vettura gemella è undicesima con Nick Yelloly. In mezzo a loro si sono situate la Mclaren di Oliver Turvey e la Toro Rosso-Honda di Alexander Albon, mentre chiude la Red Bull targata Honda di Dan Ticktum.