F1 I Montmelò, day 2: Mazepin sorprende con la Mercedes, seguono Albon e Fuoco

Il russo va vicinissimo al tempo di Bottas di ieri. La Ferrari lavora sul raccoglimento dei dati

La Mercedes ha concluso i test al Montmelò seguendo l’andamento del fine settimana del GP di Spagna. Anche nella due giorni di prove, il dominio delle frecce d’argento è stato netto. Se ieri era stato Valtteri Bottas a prendersi la vetta della classifica, oggi è toccato a Nikita Mazepin. Il russo si è avvicinato tantissimo al tempo del finlandese, andando a girare in 1’15”775 a parità di gomma C5. Un ottimo apprendistato quello del 20enne impegnato in Formula 2 con la ART Grand Prix, che è stato anche il più attivo di giornata con 128 tornate inanellate. Unico neo, un piccolo errore al termine della sessione mattutina che lo ha costretto nella sabbia.

Al secondo posto un positivo Alexander Albon, sulla Toro Rosso-Honda. Il thailandese ha piazzato un 1’17”075 con la mescola C5, completando anche 110 giri. Nel finale della giornata ha provocato l’ultima bandiera rossa, a causa di prove di pescaggio benzina. Terza e quarta posizione per le Ferrari di Antonio Fuoco e Charles Leclerc. I due erano stati compagni di squadra in Prema nel 2017 in F2 ed oggi si sono ritrovati assieme in un box. L’italiano ha girato in 1’17”284 con gomme C3, totalizzando anche 120 passaggi. Tante le prove su questa vettura, interamente ricoperta di sensori per capirne al meglio i difetti e cercare dei correttivi. Segue il monegasco, accreditato di un 1’17”349, ma la Ferrari ha testato con lui le mescole Pirelli del futuro. Ben 127 i giri di Leclerc, solo uno in meno del battistrada.

Quinto Kimi Raikkonen con l’Alfa Romeo Racing, incalzato dalla Renault del giovanissimo Jack Aitken. Kevin Magnussen era stato al comando in mattinata, ma nel pomeriggio non è riuscito a migliorare il suo 1’18”101 ottenuto con le C3, chiudendo al settimo posto. Ottava la Racing Point di Nick Yelloly, che ha fatto meglio della vettura gemella di Lance Stroll, solo dodicesimo a fine turno. In mezzo si sono inseriti Nicholas Latifi con la Williams, Dan Tickttum con la Red Bull targata Honda ed Oliver Turvey con la McLaren. Chiude Sergio Sette Camara con l’altra monoposto di Woking.